Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
tehom tehom 
Sentinel Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(26)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
Copia Scheda
 

Vai in fondo alla pagina
 
 

Copia Trama
Copia Indice

 
   
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1067
 
Piace a 10 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.83
 
N. Volume:   1059
Titolo:   I robot e l'Impero
Autore:   Isaac ASIMOV
   Traduzione: Piero ANSELMI
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   11 Ottobre 1987 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Robots and Empire, 1985
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   272
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 11/02/2014-20:59:26
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
«Addio, amico Elijah, e ricordati che anche se la gente applica questa definizione ad Aurora, d'ora in poi sarà la Terra il vero Mondo dell'alba.» Con queste parole di Giskard Reventiov, il robot telepatico ispiratore del concetto di psicostoria, si concludeva I robot dell'Alba (Urania n. 1009). Era un addio, poiché Elijah Baley era destinato davvero a uscire dalla scena della grandiosa Storia Futura asimoviana, ma era anche una promessa destinata a essere mantenuta in I robot e l'Impero (pubblicato in " Altri Mondi " nel 1986 e qui riproposto in edizione ultraeconomica). A duecento anni dalla morte di Baley, i terrestri hanno spezzato l'isolamento imposto dagli Spaziali e stanno colonizzando la galassia, ma un antico nemico non si è ancora rassegnato. Il dottor Kelden Amadiro, grazie alla sua longevità di Spaziale, ha finalmente trovato un mezzo spaventoso per distruggere la Terra. A sbarrargli il passo, in questo nuovo e magistrale romanzo che rende prossima la fusione dei tre grandi cicli asimoviani, i due robot Daneel Olivaw e Giskard Reventiov, ormai giunti alla soglie di poteri misteriosi e inquietanti.