Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(54)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:787
 
Piace a 7 utenti
Non piace a 2 utenti
Media: 6.07
 
N.:   779
La zona del disastro
J. G. BALLARD (ps. di James Graham BALLARD)
     Traduzione: VARI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   15 Aprile 1979 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Disaster Area, 1967
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   184
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 10/09/2018-17:33:19
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
"Uno dei più grandi libri di fantascienza che io abbia mai letto." così è stata definita da Graham Greene questa Zona del disastro in cui Ballard ha riunito, in un crescendo di terrore, nove dei suoi più memorabili racconti. Ma attenzione: i mezzi che impiega Ballard per prenderci alla gola con i suoi terrori, non hanno niente a che vedere con le piacevoli emozioni o le salutari minacce degli altri classici del brivido scritti o filmati. Qui veramente le persone impressionabili faranno bene ad astenersi, perché ne va del loro equilibrio mentale. E quanto agli altri, non sperino che le lucide e allucinanti profezie del caposcuola inglese comportino un messaggio che serva a scongiurare la catastrofe. "Nella zona del disastro ciascuno di noi c'è già ed è troppo tardi per uscirne": è questo il solo, gelido, impassibile messaggio di Ballard.