Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Gabriele Civati Gabriele Civati 
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Fantacollana - Nord - Serie antica

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:4431
 
Piace a 11 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.44
 
N.:   3
Ali della Notte
Robert SILVERBERG
     Traduzione: Maria Benedetta DE CASTIGLIONE e Vittorio CURTONI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   Dicembre 1973 ISBN:    9788842904458
Tit.Orig.:   Nightwings, 1969
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   195 x 124
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   292
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 05/06/2013-13:21:07
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Quest'opera indimenticabile ci presenta un grandioso ritratto del lontano futuro, quando la Terra, dopo aver conosciuto un lungo periodo di splendore, ha perso la sua posizione di predominio ed è uno dei pianeti più poveri, una delle “acque stagnanti della Galassia". Il barbarico Primo Ciclo dell'umanità (dagli albori della civiltà all'incontro con le altre razze intelligenti delle stelle) è finito da decine di millenni, ed è finito da millenni anche l'illuminato Secondo Ciclo, in cui “i prodigi erano cosa di tutti i giorni", la durata della vita si misurava in secoli e secoli, e ciascun essere umano aveva a disposizione un'infinità di macchine d'ogni tipo. Il Secondo Ciclo, sotto tutti gli aspetti, era davvero “il miglior periodo in cui vivere", ma in pochi secoli la sua grande civiltà è stata distrutta da immensi cataclismi naturali. Ora, nel Terzo Ciclo, la Terra deve accontentarsi di un ruolo modestissimo nel sodalizio interstellare, e attende da mille anni la venuta degli Invasori: la razza che, secondo la leggenda, partirà un giorno dalla sua stella lontana e verrà a conquistare il nostro pianeta. Tracciando con grande sensibilità un'affascinante mescolanza di civiltà del passato e di prodigi scientifici del futuro, Robert Silverberg ha creato in Ali della notte un insuperabile affresco del futuro remoto: un futuro dolce e crudele, lirico e idealistico, che è anche una penetrante allegoria della condizione umana.