Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(30)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Galassia - La Tribuna - Scritta Galassia nel riquadro colorato

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:3009
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 7.50
 
N.:   194
Ritorno a Moderan
David Roosevelt BUNCH
     Traduzione: Gian Paolo COSSATO e Sandro SANDRELLI
     Copertina: Gruppo AJNA
 
Data:   1 Febbraio 1974 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Moderan, 1971
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 184
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: maxpullo 19/03/2012-20:29:55
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il Nuovo Ordine è ormai stato stabilito; l'uomo è padrone dell'ambiente e del suo stesso corpo. Che importa se ha dovuto strapparsi la carne dalle ossa e sostituirla con composti sintetici? La sua efficienza fisica regge ora il confronto con il nuovo pianeta che la scienza ha saputo forgiare. Ma dalla mente di quest'uomo Nuovo troppe cose non sono state estirpate insieme alla carne; il razzismo, l'odio indiscriminato, la guerra. Quale nuovo terribile significato possono assumere queste parole per la razza che ha saputo rinnegare tante apparenti debolezze? Nella seconda e terza parte del suo terribile racconto, Bunch traccia la strada che condurrà anche Moderan sempre più vicino all'ultimo orrore. Con la stessa freddezza dell'acciaio che compone i suoi personaggi, con allucinanti balzi che afferrano alla gola il lettore, Bunch non si esime mai dalla lucida e crudele coerenza che lo lega alla sua storia, e nell'apologo finale della Nuova Razza condannata traspare la minaccia che già incombe su tutti noi.