Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Free Will Free Will 
Zia Marisa Zia Marisa 
wawawa wawawa 
carlissian75 carlissian75 
Visitatore Visitatori(51)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Argento - Nord - immagine riquadro piccolo

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2172
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.25
 
N.:   66
La guerra degli uomini alati
Poul ANDERSON
     Traduzione: Roberta RAMBELLI (ps. di Jole RAMBELLI)
     Copertina: Van DANGEN
 
Data:   Agosto 1977 ISBN:    9788842900757
Tit.Orig.:   War of the Wing-Men, 1958
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   172
 
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 14/10/2018-17:12:46
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Gli "uomini alati" del titolo sono la forma dominante di vita del pianeta Diomede: una razza intelligente, ma priva di conoscenze scientifiche, che, com'è consuetudine degli extraterrestri barbarici, passa il tempo facendosi allegramente guerra. Sul dimenticato pianeta Diomede fa naufragio una nave spaziale, e dal naufragio si salvano soltanto tre persone: un pigro e astuto trafficante (l'indescrivibile Nicholas van Rijn, già noto ai lettori), un'affascinante gran dama e un classico eroe da fantascienza: il bell'ingegnere biondo. I superstiti hanno scorte per soli 45 giorni, e il cibo degli indigeni è velenossimo per la razza umana. In questi 45 giorni i terrestri devono guadagnarsi la fiducia dei barbari alati che, dopo averli salvati dal relitto, li tengono prigionieri, devono porre fine alla terribile guerra tra gli indigeni di Diomede, e devono convicere gli uomini alati a trasportarli fino all'unico spazioporto del pianeta, attraversando migliaia di miglia di territorio inesplorato.