Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
capricorno52 capricorno52 
Visitatore Visitatori(24)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:193
 
Piace a 2 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 6.50
 
N.:   193
Il disco di fiamma
Philip K. DICK (ps. di Philip Kindred DICK)
     Traduzione: Laura GRIMALDI
     Copertina: Carlo JACONO
 
Data:   21 Dicembre 1958 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Solar Lottery, 1955
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
Ristampato nel numero: 531
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 29/08/2018-10:29:02
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Per questo suo romanzo, Philip Dick si è ispirato alla teoria del Minimax, e la stessa teoria alla quale sono ricorsi gli strateghi dei due fronti avversari durante la Seconda Grande Guerra, e cioè il gioco delle probabilità. E' un gioco su scala cosmica, quello di Philip Dick, un gioco che coinvolge interessi di sei miliardi di terrestri in gara per il potere. Quale sarà l'uomo che la teoria del Minimax porterà a governare il mondo nel periodico girare dell'urna? Quando la fortuna volta le spalle a Verrick, l'uomo è riuscito a mantenersi al comando più a lungo di ogni altro, l'urna riserva al mondo la più inattesa delle sorprese: l'elezione di Cartwright, il vecchio e spaventato Leon Cartwright del quale si sa poco o niente, viaggia su una macchina antiquata, e usa una rivoltella a pallottole più antiquata ancora della sua macchina. Eppure sarà proprio Cartwright, nonostante la sua età e la sua grande paura, a giocare l'irriducibile Verrick che non si rassegna alla sconfitta, e quel che più conta, ad averla vinta sulla stessa teoria Minimax e sull'abuso che la Società ne sta facendo.