20 Aprile 2018, 09:44:59Commento scritto da astrologo
Voto: 6.00
Un personaggio ai limiti della misantropia che piano piano si allontana dal consesso civile del suo mondo per inseguire un "sogno"? O un essere alieno che lo divora rendendolo vecchio e stanco? Poca azione, molta psicologia. Discreto per un buon inizio di uno scrittore a cui piace descrivere i sentimenti più che la fantascienza vera e propria. Passabile.  
 
01 Novembre 2014, 15:12:59Commento scritto da and
Voto: 8.00
Storia di un uomo che insegue una sua ossessione, in giro per pianeti, nebulose, buchi neri ma soprattutto bar di alieni, questo romanzo breve è di ritmo incalzante, ma risulta anche bella anche la metamorfosi psicologica del protagonista.
 
17 Febbraio 2013, 15:59:54Commento scritto da Han Tavers
Voto: 7.00
Buon libro di Resnick che riesce, in parte, ad associare un pò di space opera e un pò di fantascienza psicologica. A me è piaciuto, letto in breve tempo a testimonianza della curiosità del tipo " cosa ci sarà dopo" (nel capitolo successivo)?
 
09 Febbraio 2013, 14:15:16Commento scritto da mitd
Voto: 4.50
Storiella insulsa basata su un'idea tanto ambiziosa quanto velleitaria che la narrazione non aiuta a sostenere (o forse velleitaria proprio a causa della narrazione). Il protagonista è un Achab affetto dalla sindrome di Stoccolma. Comprimari e dialoghi sono da fiera dello stereotipo. Resnick ha scritto meglio e di meglio.
 
01 Ottobre 2011, 14:50:12Commento scritto da everard
Voto: 7.50

A me è piaciuto molto. Considerevole il personaggio centrale che man mano va sempre più incupendosi.
 
13 Marzo 2011, 12:16:22Commento scritto da corwin
Voto: 8.50
Molto bello. Una specie di capitano Acahab e Moby Dick, me con diverse implicazioni e concetti. Memorabili i personaggi di Lane e della creatura.
 
21 Luglio 2010, 15:32:02Commento scritto da luciana
Voto: 4.00

Tutto il senso del libro si sviluppa dal cap. 19 in avanti, ovvero una ventina di pagine prima di terminare.Tutto ciò che accade dai cap. 1 al cap. 18 è una noiosa quanto inutile descrizione dei preparativi del viaggio. Se Resnick avesse dedicato la stessa attenzione alla storia che descrive dal cap. 19 in avanti, ci sarebbe saltato fuori un grande romanzo. Così, invece, ci si ritrova fra le mani una banale avventuretta senza sugo.
Gli ultimi quattro capitoli, molto belli, richiamano il senso delle ossessioni, l'inseguire per tutta la vita un'utopia che fa perdere il senso della realtà e che non solo non si realizza, ma porta fuori da tutto ciò che è concreto, spirituale e vivo. Quando Lane ha l'opportunità di uccidere il Mangiatore di Anime e non lo fa, è questo il momento della fine dell'utopia: l'uomo vive delle sue ossessioni e non ha intenzione di eliminarle.
Peccato per il bruttissimo romanzo che c'è saltato fuori.
 
08 Luglio 2010, 13:02:32Commento scritto da Dart Fener
Voto: 8.00
Breve romanzo ma molto intenso (specialmente nella parte finale tocca il cuore).
Curiosità: è il primo Urania, e libro in generale, che leggo in formato elettronico. Leggere per ore davanti allo schermo di un computer non è il massimo, la vista ne risente... Non sono pronto per questo genere di tecnologia, speriamo che si diffonda il più tardi possibile. Anche se devo ammettere che si possono trovare con estrema facilità molti libri rari (e anche gratis!), tipo il ciclo del Mondo del Fiume di Farmer e tantissimi altri.
 
01 Luglio 2010, 17:25:31Commento scritto da Eremita
Voto: 8.00
Qual'è il significato della vita? Cosa le da un motivo?
Un amore? Una dipendenza? Una continua ricerca?
Questo bel romanzo si può riassumere in una domanda che viene posta al protagonista: "Cosa farai Dopo?"
Davvero bello sia come stile che come caratterizzazione dei personaggi.
Il protagonista è una via di mezzo fra un disperato ed un semi eroe all'inseguimento continuo di se all'interno dell'altro.
Consigliato.
 
25 Giugno 2008, 21:51:04Commento scritto da marco.kapp
Voto: 9.00
Un bellissimo romanzo d'avventura nello stile dell'Olandese Volante. Una caccia ad un sogno che è anche una disperata ricerca del significato della propria vita. Un'avventura come quelle di una volta, che lascia con il fiato sospeso dall'inizio alla fine e con una caratterizzazione del protagonista impeccabile.
 
Utenti cui piace il libro
Barlow_54, FrankWolf
Utenti cui non piace il libro