16 Luglio 2013, 15:35:32Commento scritto da Nova68
Voto: 7.00
Letto anni fa sotto l'ombrellone. Mi meravigliai dopo averlo finito, che l'autore fosse Brunner. Solitamente avvezzo a temi molto più profondi, questo è il classico romanzo di "evasione", comunque appassioante. Lettura scorrevole.
 
05 Luglio 2012, 22:27:01Commento scritto da brz57
Voto: 6.50

Ennesima rivisitazione del mostro risvegliato dal lungo sonno; come in molti altri romanzi del genere la cosa piu' positiva e' che si leggono in scioltezza ed in un paio d'ore. Finale abbastanza "tirato via". Passabile.
 
24 Aprile 2010, 14:07:29Commento scritto da Eremita
Voto: 7.00
Carino... Lovecraft 2.0
buonissimo il ritmo narrativo incalzante, ottimo il cattivo, discreti i buoni.
ma soprattutto la "velocità": una moltitudine di eventi infilati in poche pagine. Poteva uscirne un buon film...

buono anche il racconto di C. A. Smith in appendice
 
02 Novembre 2008, 17:51:53Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.50
Romanzo letto in gioventù ne avevo sempre conservato un ottimo ricordo. Rapido come una fucilata non fa in tempo ad iniziare che è già finito, ma in pochissime pagine ti tiene con il fiato sospeso e ti incolla alla lettura come pochissimi romanzi sanno fare.
Da un lato è una originalissima rivisitazione delle tematiche lovecraftiane dei "grandi anziani" o dei miti di Chtulhu, di cui il titanico mostro che emerge dalle profondità dell'Atlantico sembra essere un parente assai stretto, da un altro è una storia perfettamente plausibile, molto ben inserita nei miti di perdute civiltà preistoriche e di immani catastrofi di cui la memoria razziale conserva solo sbiaditi ricordi. Il merito dell'autore è quello di lasciare questi temi sullo sfondo della vicenda, senza azzardare ipotesi o teorie, anche perchè non c'è tempo di farlo: il nemico risvegliato è subito all'opera per riprendersi quanto gli spetta e poco gli importa se sono passati milioni di anni e la lotta per contrastare la sua ascesa lascia davvero poco tempo per le speculazioni.
L'incipit del romanzo, con il prologo preistorico e con l'esplorazione dei fondali marini, è da premio oscar, il finale forse è un po' affrettato, ma la vicenda non scende mai di tono e, grazie anche ad un montaggio quasi cinematografico, la lettura scorre via quasi senza accorgersene.
Davvero un bel libro
 
23 Aprile 2008, 15:58:40Commento scritto da Stormbringer
Voto: 7.00
Buon romanzo, la lettura scorre veloce, del filone che non tutte le scoperte possono essere simpatiche.
Ci sono anche un paio di situazioni molto avvincenti che portano al finale abbastanza prevedibile ma con un pizzico di incertezza che lo rende migliore del previsto.
Consigliato.
 
23 Maggio 2006, 12:43:34Commento scritto da francibass
Voto: 7.50
Ottimo romanzo, praticamente già pronto per essere trasposto in un film, cosa che non mi risulta essere ancora stata fatta. Lo stile fluido e la narrazione avvincente riescono a dipingere vividamente in immagini mentali l'umanità soggiogata dall'essere senza nome. Alcune sequenze sono assolutamente riuscite e perciò terrificanti: l'annegazione forzata dei passeggeri della nave è forse la più travolgente. La storia viene raccontata di volta in volta dal punto di vista del mostro o da uno degli uomini schiavizzati, il ché rende perfettamente la sprezzante tracotanza del carnefice alieno mentre la vittima annega la propria coscienza in un terrore continuo. Il finale è forse prevedibile ma in linea con il genere.
 
Utenti cui piace il libro
Free Will, calamaro, Sherdan
Utenti cui non piace il libro
contericci