14 Settembre 2018, 12:39:36Commento scritto da tehom
Voto: 6.00

Libro godibile ma senz'alto non imprescindibile.
"Il mestiere dell'avvoltoio" è un passabile thriller fantacientifico con qualche brivido sparso qua e là , debitore in qualche modo delle idee fortiane di moda all'epoca della sua stesura, ma nulla di più.
I racconti, a parte lo spassoso e briosissimo "la casa nuova" ed il contorsionistico (nel senso del nastro di Moebius) "Tutti voi zombie", non lasciano tracce particolari.
 
19 Aprile 2015, 19:10:23Commento scritto da razzomissile
Voto: 6.50
La raccolta di romanzi comprende cose buone ed un po' meno. Heinlein è comunque un autore di classe straordinaria, per cui la lettura è doverosa, almeno per il racconto che da il nome al libro.
 
09 Febbraio 2015, 12:40:24Commento scritto da emilio
Voto: 8.00
Riferendomi solo al romanzo (in genere i racconti non mi piacciono molto, pur avendone scritti  e visti pubblicati al tempo di Marziano in Cattedra), voglio segnalare il fatto che Heinlein ha scritto in genere romanzi buoni e meno buoni, salvo qualche eccezione. A me non piace molto il suo stile, ma in questo romanzo riesce ad essere coinvolgente. Lo metto ad un gradino sotto a quello che considero il suo capolavoro: La porta sull'estate-
 
25 Agosto 2014, 17:42:47Commento scritto da claudiob
Voto: 7.50
Lo stile è decisamente brillante e il racconto principale scorre via in pochissimo tempo così come gli altri racconti presenti in questo numero. Ci troviamo quindi di fronte alla strampalata teoria di un architetto che cerca di costruire una casa quadrimensionale, all’emozionante viaggio di un uomo che da poco ha perso sua moglie e il suo amato Randagio, ai viaggi e ai paradossi temporali di un uomo che, in varie fasi della sua vita riesce a relazionarsi con se stesso, provocando risultati tragicomici, a un mulinello d’aria che può aspirare alla carica di sindaco e alle paranoie ben giustificate di un uomo che comprende la falsità della realtà che lo circonda. Heinlein è approvato a pieni voti come scrittore di “Storie Incredibili” o se vogliamo di racconti “Ai confini della realtà”.
 
04 Giugno 2014, 11:38:05Commento scritto da Free Will
Voto: 6.00
Non sono proprio capace di dare un voto negativo al mio amico RAH. Tuttavia devo dire che questi racconti scritti fra gli anni 40 e 50 non sono certo all'altezza di altre sue opere, per esempio i racconti della "storia futura" scritti nello stesso periodo: laddove si poteva ammirare la capacità particolare di Heinlein di visioni profetiche e di atteggiamento ottimistico sull'umanità, qui invece ci dobbiamo accontentare di racconti piuttosto scialbi, appartenenti al genere mistero o trascendente, senza particolari guizzi o originalità.
 
16 Marzo 2014, 12:28:55Commento scritto da bibliotecario
Voto: 6.50
Sei e mezzo di voto per questo volume, voto come media tra il romanzo breve, Il mestiere dell'avvoltoio, appassionante thriller dal genere sfuggente che si fa leggere tutto di un fiato ed i seguenti racconti, nessuno dei quali mi ha colpito, ne come idea ne come svolgimento.
 
02 Marzo 2014, 09:45:32Commento scritto da clisimak
Voto: 6.50
Antologia poco più che discreta, il romanzo breve non va oltre il 6,5 /  i racconti migliori, che si meritano 7 sono due "loro" e "l'uomo che vendeva elefanti".
 
18 Febbraio 2014, 14:12:04Commento scritto da antosimov
Voto: 8.50
Il romanzo è atipico. Come quasi tutti i romanzi di HEINLEIN sono : ognuno diverso dall'altro.
La trama è enigmatica con tratti da giallo, si legge tutto in un fiato perché coinvolgente.
Tra i racconti mi sono piaciuti : 'La casa nuova' peccato manchi il commento di ASIMOV che ho rintracciato sulla 'Antologia scolastica', 'Il venditore di elefanti' (anche se prevedibile resta poetico).
Grazie alla redazione, era da tempo che lo cercavo ma non riuscivo a trovarlo.  
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Faresme


Utenti non associati:

attiliosfunel, Impossibili, bluemoon58, dottogekuri, lacage, robipek
Utenti cui non piace il libro