04 Febbraio 2014, 10:21:08Commento scritto da and
Voto: 7.50
Romanzo di invasione a tutto tondo, che strizza l'occhio a Wyndham, scritto da un autore inglese che non conoscevo ancora, in modo competente e verosimile.
Il pregio del libro sono sicuramente le trovate veramente ottime e la scorrevolezza, il difetto che ogni tanto non sembra un libro scritto negli anni ottanta bensì almeno vent'anni prima.
Comunque la fs catastrofista inglese è sempre di ottimo livello, e questo piccolo invasore parassita non sarà dimenticato facilmente!
 
01 Ottobre 2011, 14:42:35Commento scritto da everard
Voto: 8.00

L'autore ha una immaginazione senza freni. Romanzo davvero accattivante anche se con temi che non sono una novità.
 
09 Luglio 2010, 22:35:32Commento scritto da maxpullo
Voto: 8.00
Dopo i Trifidi di Wyndham ed i Gizmo di Leinster, un altro grande maestro delle fantascienza ci regala una micidiale genia di invasori, nonchè uno dei più straordinari libri mai apparsi nella collana.
La caratteristica saliente del romanzo è quella di riuscire a coinvolgere il lettore al punto che è quasi impossibile smetterne la lettura perchè al termine di ogni paragrafo c'è un colpo di scena che invoglia a iniziare il successivo.
Dal drammatico incipit con i misteriosi eventi di sparizione degli aerei in volo, sino alla devastante scoperta dell'apocalittico orrore finale, Jones costruisce una delle sue trame migliori, spiegando quello che è possibile spiegare e lasciando all'intuizione del lettore le implicazioni più sconvolgenti di quello che invece non si può spiegare, tenendo sempre desta l'attenzione del lettore e mantenendo viva l'atmosfera di orrore che accompagna l'avvento degli Xeno sulla Terra.
La sua intuizione più felice è probabilmente quella di descrivere gli Xeno come una sorta di parassiti di una terza razza aliena dai poteri incommensurabili e quasi divini, facendo si che l'uomo si ritrovi improvvisamente solo e indifeso in un cosmo di concezione leopardiana, un cosmo cioè indifferente alle sue vicissitudini se non proprio ostile.
L'altro aspetto che rende questo libro un vero capolavoro è la sua assoluta verosimiglianza: si passa dal rapimento di equipaggi aerei alla descrizione di orribili entità aliene assimilabili a vampiri senza assolutamente che la fantasia prenda il sopravvento sul realismo e si finisce per accettare l'esistenza di entità sovraumane come semplice ed incontrovertiile conseguenza dei fatti descritti.
Come in tutte le storie di Jones c'è poi la consueta stoccatina alla politica sovietica, nonchè l'esaltazione della superiorità storica, tecnologica e morale americana sul resto del mondo, senza che, tuttavia, questa propaganda svilisca assolutamente il pregio della storia.
Un capolavoro assoluto da leggere tutto d'un fiato.
 
23 Agosto 2006, 15:06:25Commento scritto da razzomissile
Voto: 9.00
L'invasione fatale della terra, gli esseri umani trasformati in corpi-ospite, la sconfitta del genere umano confinato ad una vita di sotterfugio e privazioni: apparentemente temi già visti, ma il romanzo coinvolge nella sua atmosfera di tragedia sempre più evidente ed ineluttabile.  :D
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro
tehom