12 Febbraio 2014, 18:59:02Commento scritto da Rocheta
Voto: 4.00
Ho deciso di leggere questo numero di Urania soprattutto per il titolo accattivante e per l'originalità della copertina ma il romanzo, incentrato sui poteri PSI, mi ha ampiamente deluso. Sarà perché l'auto teletrasporto lo trovo talmente assurdo che proprio non lo reggo, sarà perché nella trama, tipica da guerra fredda, gli avversari del protagonista oltre ad essere cattivi sono anche idioti, sarà perché non sono riuscito a cogliere la vena ironica, ma per me la lettura è stata soltanto un'inutile perdita di tempo.    
 
14 Agosto 2010, 18:17:31Commento scritto da bibliotecario
Voto: 6.50
Spystory in un futuro immaginato esattamente uguale al presente degli autori con l'aggiunta quanto mai inverosimile dei poteri paranormali. Trama e finale scontato già dopo le primissime pagine. Ma se letto sotto la lente della parodia risulta più che piacevole.
 
12 Agosto 2010, 08:51:04Commento scritto da luca1980
Voto: 6.00
Mai come in questo caso ho ben chiara l'idea di quale giudizio associare a questo romanzo, in effetti non mi e' chiaro il motivo per cui lo hanno inserito nella collana URANIA visto che di fantascienza vi e' ben poco.
La trama e' poco sviluppata e l'idea non mi appare chissa' quanto originale c'e' da dire pero' che il romanzo scorre veloce e alla fine risulta una piacevole lettura. Da questi presupposti traggo la conclusione che un 6 sia piu' che lecito, sia perche' non si puo' definire un libro brutto, sia' perche' non ha nessuna caratteristica tale da superare tale votazione.

Consiglaito solo per chi ama leggere tutti i romanzi di URANIA, oppure se vi piacciono le spy stories senza pretese
 
12 Giugno 2009, 09:15:23Commento scritto da Thx 1138
Voto: 6.50
Mark Phillips è lo pseudonimo utilizzato da Randall Garrett e Laurence M. Janifer per le loro collaborazioni. Questo romanzo è il terzo di una trilogia (ciclo "Psi-Power") nonchè l'unico pubblicato su Urania. Il primo "That sweet old lady" (1959), conosciuto anche come Brain Twister, è stato pubblicato su Cosmo-Ponzoni n. 141 come "I dominatori del pensiero" mentre il secondo ("The impossibles") è rimasto purtroppo inedito in Italia. I romanzi, pur essendo abbastanza strettamente collegati fra loro, possono comunque essere compresi senza troppi problemi anche se letti singolarmente, probabilmente perdendo un po' il senso generale della trama.

Va detto che fantascienza vera e propria non ce n'è moltissima, eccezion fatta proprio per i poteri psi, che costituiscono il nucleo ed il motore delle vicende. Per il resto si tratta sostanzialmente di un giallo investigativo. Simpatico il protagonista, divertente e scorrevole la narrazione, onesto il finale. Una lettura veloce e poco impegnativa. Peccato che non sia possibile leggere tutti i romanzi della serie in sequenza...
 
Utenti cui piace il libro
attiliosfunel, Robod5, elizara, robipek
Utenti cui non piace il libro