09 Aprile 2012, 11:14:48Commento scritto da nollicus
Voto: 7.00
"Anharra 3" (non ho letto ancora i primi due): quasi completamente di piacevole lettura, il finale però mi ha lasciato insoddisfatto, in particolare la parte dei giorni nostri.
Mi è piaciuto ancora di più il romanzo di Passaro, "La guerra delle maschere", che ho trovato ben bilanciato e ricco di valide riflessioni. Non ho compreso invece il motivo per cui l'autore abbia usato nomi ottenuti anagrammando (in gran parte) quelli presenti nel "Signore degli anelli".
In complesso un Millemondi discreto, anche se, secondo me, è pura Fantasy e ha poco in comune con la FS (cosa che fa arrabbiare i lettori come Oldman, vedere il commento precedente)
 
13 Marzo 2012, 19:56:29Commento scritto da Oldman
Voto: 2.00
Onestamente devo dire che sette Euro e cinquanta centesimi per un libercolo del genere non li spenderò più! Se Urania vuol fare della Fantasy, sono affari suoi; ma camuffarla da SF proprio non mi và! Anharra dopo aver letto la sfilza di nomi e dei ruoli, mi aveva già stancato e li mi son fermato (scusate la rima)! Per quanto riguarda la: guerra delle maschere, la giudico un gradino più su; ma niente di più! Questo è il secondo romanzo che butto nel cestino senza leggerlo! Mi sono segnato gli autori nel mio libro "nero" e sicuramente li rimarrano "ad aeternum"!
 
26 Febbraio 2012, 16:47:42Commento scritto da bibliotecario
Voto: 5.00
Giudizio del solo terzo e conclusivo volume del ciclo di Anharra.
Sono rimasto del tutto spiazzato da come l'autore ha portato a termine le vicende narrate dei due precedenti capitoli. Questo terzo capitolo sembra un corpo a parte, non organico al resto dell'opera, si passa da una narrazione fantasy ad una narrazione che sarebbe meglio stata collacata sulle pagine di segretissimo. I personaggi principali sino a qui seguiti vengono relegati in secondo piano, in un filone narrativo che niente aggiunge al finale di "Il santuario delle tenebre" dove li avevamo lasciati. Questo per presentarci nuovi personaggi collocati nel presente e catapultati in un avventura degna di Indiana Jones solo per giustificare una pseudo teoria che sposterebbe indietro di ben trecentomila anni l'origine del Homo Sapiens.
 
14 Febbraio 2012, 13:20:51Commento scritto da AgenteD
Voto: 7.00
Il giudizio si riferisce esclusivamente ad Anharra 3.

Ho cominciato dalla "coda", avendo letto solo quest'ultima parte.  Data però la validità della scrittura, ed essendo preponderante in questa terza parte la porzione della vicenda ambientata ai giorni nostri, diventando quindi più un libro di fantascienza/avventura che solo fantasy, il romanzo mi è piaciuto e mi ha fatto venire voglia di leggere le altre due parti.
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

miky1
Utenti cui non piace il libro