26 Marzo 2013, 12:11:22Commento scritto da Nova68
Voto: 7.00
Ho iniziato la lettura con un poco di scetticismo e diffidenza, malgrado i commenti positiivi. Beh mi sono dovuto ricredere. Il protagonista ha veramente tutte le carte in regola e regge bene la scena, ben delineato, maledettamente maledetto!! La trama in alcuni punti è abbastanza scontata, presumo che tutti abbiano capito chi era sin da subito, il killer. Un twist narrativo avrebbe dato lo spessore di capolavoro ma gli aspetti positivi sono comunque innumerevolo, tra cui spicca un prosa scorrevole e d'impatto. Peccato, che il protagonista, con un nome da guinnes, avrebbe meritato miglior sorte letteraria e qualche numero in più.Poi diciamocelo, basta con sti vampiri! Un po di spazio ai lupi....
 
24 Aprile 2011, 11:44:09Commento scritto da Dart Fener
Voto: 7.00
Romanzo che affronta in maniera originale il tema della licantropia.
La trama non è il massimo, però lo stile dell'autore è ottimo.
 
12 Settembre 2010, 12:17:07Commento scritto da cosmo 49
Voto: 7.50
Un bel romanzo che porta con se tutte le classicità della licantropia.
Si legge bene la trama  è ben svolta e il tema horror ben sviluppato
 
17 Luglio 2010, 15:36:11Commento scritto da npano
Voto: 7.00
bel romanzo , ben scritto e abbastanza originale
parte conclusiva con un gran bel ritmo.
 
01 Luglio 2010, 21:21:17Commento scritto da Gundam70
Voto: 8.00
Veramente un'ottima lettura che mi ha saputo catturare pagina dopo pagina. Il protagonista, buono ma maledetto da problemi di licantropia, mi ha fatto provare empatia.
Un tot l'ha fatto anche sapere che stavo leggendo l'ultimo romanzo di un autore che prematuramente non e' piu' tra noi.
 
26 Giugno 2010, 17:01:51Commento scritto da cat
Voto: 8.00
Finalmente un romanzo ben scritto, originale e di piacevolissima lettura. Strano che sia finito su Epix che fino ad ora ci aveva riservato dei mattoni.  (In quanto a mattoni anche Urania ultimamente non scherza)
 
25 Giugno 2010, 23:43:09Commento scritto da bibliotecario
Voto: 8.00
Finalmente qualcosa di nuovo in una classica storia di licantropia. Davvero originale questo romanzo con un personaggio principale che nonostante sia un lupo mannaro risulta quanto mai reale grazie ad una caratterizzazione veramente notevole da parte dell'autore. La storia poi risulta un buon mix tra azione e introspezione anche se risulta un pò scontata nel suo svolgimento, il linguaggio è fresco, attuale e truculento quanto basta per questo genere di romanzi.
 
16 Giugno 2010, 12:49:21Commento scritto da gretana
Voto: 9.00
Bello..bello...risolleva le sorti di Epix che ultimamente barcollava.
Dispiace tanto sia morto l'autore, mi sarebbe piaciuto leggere i suoi libri mano a mano che maturava in stile e età.
Peccato, se lo godranno lassù.
P.S è troppo sperare che Epix pubblichi gli altri suoi libri ?
 
11 Giugno 2010, 18:42:40Commento scritto da Eremita
Voto: 7.00
Un licantropo "diverso", che si è dato una "missione" per fare buon viso a cattivo gioco.

Invece di un mostro in tutto e per tutto, un cattivo che cerca di fare del male sono a una certa categoria di persone.
Il "posseduto", cerca di essere più "umano" di se stesso...
Non male, originale, ben scritto e scorrevole.
personaggi discretamente delineati, a tratti divertente.
 
09 Giugno 2010, 22:07:01Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.00
In questo romanzo Pekearo rispolvera gran parte dei clichè classici delle storie sui licantropi come la maledizione che passa da una generazione all'altra, il lupo che si impossessa dei ricordi delle sue vittime, l'influsso della luna piena ed il dolore della trasformazione.
Bisogna, tuttavia, ammettere che l'autore non solo riesce ad umanizzare moltissimo il suo personaggio, ma anche a dare un senso del tutto nuovo alla vicenda, reinventando gran parte del classico rapporto tra l'uomo ed il lupo che alberga in lui. Il protagonista, infatti, pur sopraffatto dalla maledizione che lo trasforma in un mostro assetato di sangue è ancora in grado di discernere il bene dal male e di "indirizzare" le azioni del suo bestiale alter-ego contro individui ben precisi.
Molto interessante e originale poi risulta il "dialogo" che sembra instaurarsi tra l'uomo e la bestia: un dialogo fatto di ricordi del lupo che improvvisamente affiorano nella coscienza dell'uomo e di tracce lasciate in bella posta dall'uomo prima della trasformazione perchè la belva le trovi e sappia quale sia il suo dovere.
Gli unici difetti che ho riscontrato stanno nell'eccessiva lunghezza del romanzo e nel linguaggio piuttosto "colorito" che traspare dai dialoghi anche se bisogna osservare che quest'ultimo è forse necessario per far comprendere appieno lo status e la psicologia dei personaggi.
Sicuramente un buon romanzo che aggiunge qualche tassello importante alla figura del licantropo e ne propone una chiave di lettura interessante ed originale.
 
09 Giugno 2010, 21:44:03Commento scritto da attiliosfunel
Voto: 7.00

Come tutti i numeri di Epix finora, pura Serie B, ma almeno consapevole, e soprattutto in grado di tener legato il lettore alla pagina. Il protagonista trasuda umanita' e (malgrado il suo ruolo sostanzialmente mostruoso) simpatia, e lo stile di Pekearo e' solido e robusto. Peccato che l'autore sia morto prima di completare la prevista trilogia, perche' mi ero gia' affezionato a 'sto licantropo sui generis. Un po' pesante l'eccessiva truculenza in alcuni punti.
 
07 Giugno 2010, 17:20:38Commento scritto da Darkyo
Voto: 6.50
L'unico vero punto di forza di questo romanzo è uno stile asciutto ed energico, capace di catturare il lettore e immergerlo in un thriller piuttosto fiacco e ingenuo (il colpevole lo si capisce dalle prime pagine), caratterizzato da appena una "spolveratina" di horror (anche se vi è un'idea davvero originale che, a mio parere, avrebbe meritato maggiore spazio). La prova che una buona lettura deriva da una buona scrittura.
 
04 Giugno 2010, 11:17:28Commento scritto da Fafhrd
Voto: 8.00
E' un Noir prevedibile con un pò di soprannaturale, ma la sua forza è il protagonista, che è presentato in modo così umano, che ispira subito in simpatia.
E’ un peccato che l’autore sia stato ucciso perchè mi sarebbe piaciuto leggere le altre vicende di questo hard rocker con lunghi capelli e baffi a trappola di topo, che durante le notti di luna piena si trasforma in un lupo mannaro, uccidendo i malviventi per redimersi.
 
Utenti cui piace il libro
Kane
Utenti cui non piace il libro