27 Luglio 2015, 16:21:00Commento scritto da Kolok
Voto: 6.00
Vedere commento Urania 284
 
04 Febbraio 2010, 22:10:28Commento scritto da Leinster57
Voto: 6.00
La base scientifica è risibile, e la storia , come sempre per Leinster, è veloce,dinamica e superficiale: non è asimov che ci stupiva sempre alla fine, non è Vance con cui attraversavamo mondi esotici, non è Helein e non è Dick con i suoi inquieti personaggi. Però Gizmo è rimasto nella cosmologia della Fantascienza come il Robot del Pianeta Proibito o le spade laser di Guerre Stellari e di tanto in tanto , in qualche film o storia, lo ritroviamo.
 
04 Gennaio 2010, 10:06:41Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
L'idea di fondo del romanzo è assai originale: questi silenziosi e letali Gizmo, entità gassose che si alimentano con i gas sviluppati dalla decomposizione degli esseri viventi meritano davvero di essere annoverati a pieno titolo tra le creature più bizzarre e terrificanti di tutta la fantascienza, facendo si che questo romanzo rimanga un "cult", ovvero un classico intramontabile e che non si dimentica dopo la prima lettura e che ha il pregio di sembrare assai migliore di quanto in realtà sia.
Purtroppo, infatti, se l'idea è ottima, lo sviluppo della trama non lo è altrettanto: un ritmo forsennato, il mancato approfondimento sulla provenienza dei Gizmo e soprattutto la sconcertante banalità del finale, rovinano quello che avrebbe potuto essere uno dei capolavori assoluti della fantascienza di tutti i tempi.
La guerra tra gli uomini e i Gizmo, infatti, nonostante la repentina ascesa di questi ultimi si unisca alla naturale tendenza umana a non riuscire a concepire un nemico invisibile, anzichè portare ad una rovinosa catastrofe per il genere umano, si conclude in meno di due pagine con una vittoria pressochè totale. Gli stessi protagonisti della vicenda appaiono piuttosto delle comparse e, nel laconico finale, vengono congedati (sarebbe meglio dire "liquidati") in meno di dieci righe.
Ma il naturale sconcerto per questo finale bruttarello è mitigato dal fatto di aver scoperto una micidiale genìa di avversari dell'umanità che non hanno nulla da invidiare ai Trifidi, al Clone, alla Nebbia di James Herbert, ai Visitors o agli Chtorr.
 
13 Dicembre 2009, 22:03:54Commento scritto da Glystra
Voto: 6.50
carino non eccelso. scritto bene ma non lo consiglierei.
 
07 Luglio 2005, 13:59:14Commento scritto da squeezo
Voto: 5.50
Regge ma fino a un certo punto. Alla fine risulta noioso
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente


Utenti non associati:

Robod5, Barlow_54, TEMPUS55
Utenti cui non piace il libro
contericci