01 Marzo 2015, 12:38:12Commento scritto da fabri
Voto: 6.00
romanzo lento a tratti noioso un 6 per il fascino della trama (i Neandertal)
 
26 Luglio 2014, 08:33:27Commento scritto da remotino
Voto: 8.00
Bello veramente, finalmente un Urania come si deve.

Ottimi personaggi e ottima la storia dei mondi paralleli, le descrizioni scientifiche minuziose, si vede che Sawyer si è documentato non poco.

Il libro si legge facilmente senza cadere nella banalità.

Aspettiamo il seguito che dalla quarta di copertina si intuisce ci sarà senz'altro.
 
23 Aprile 2014, 16:03:50Commento scritto da clisimak
Voto: 7.00
Buon romanzo sugli universi paralleli, come quasi tutti i romanzi di Sawyer si legge senza fatica e scorre via bene nonostante le 320 pagine.
 
09 Maggio 2011, 09:32:10Commento scritto da wawawa
Voto: 8.50
In questo libro non succede praticamente niente eppure mi è piaciuto molto. Ora devo andare a caccia dei 2 seguiti!
 
21 Luglio 2010, 18:21:00Commento scritto da gasp63
Voto: 8.50
Gli universi paralleli appartengono ai sottogeneri della SF che preferisco.
Il romanzo è scritto in modo classico: semplice, scorrevole, comprensibile, ma nello stesso momento anche moderno.
Veramente un gran bella storia compresa di finale standard.
 
05 Febbraio 2010, 18:36:40Commento scritto da Free Will
Voto: 6.00

In ogni libro di Sawyer si ha sempre la sensazione di un'occasione perduta, perché propone argomenti interessanti e intriganti, spesso anche originali, per poi soffermarsi su questioni marginali senza indagare sulle vere conseguenze dei fenomeni immaginati. Questo "Hominids" non fa eccezione: l'autore introduce la stupefacente idea degli universi paralleli di cui uno costituito da uomini della specie Neandertal, essendo l'homo sapiens sapiens estinto, e poi non si cura delle cose più importanti, ma si dedica alle banalità. Per esempio non approfondisce l'unica parte, per così dire, scientifica, ossia il varco fra i due universi paralleli, semplifica in maniera esagerata le conseguenze psicologiche del protagonista Neandertal, trascura le implicazioni nell'ambito della comunità scientifica internazionale, riduce gli interventi dei media a delle macchiette. Invece si dedica a due temi che gli stanno particolarmente a cuore, nonostante non abbia alcun talento verso gli stessi. Il primo argomento (uffa!) è il solito stupido processo all'americana (con vostro onore, ecc. ecc.) che riesce a traferire perfino nell'universo parallelo dei Neandertal; come già detto nel commento al brutto "Mindscan", Sawyer non è Grisham, e qui è proprio ridicolo. Il secondo argomento che piace tanto all'autore è il sesso, ma riesce a banalizzare anche questo, inserendo anche un episodio di stupro che nulla ha a che vedere con la storia e che, per come è descritto, invece di suscitare un giusto orrore, sembra quasi volere compiacersene.
Per fortuna che ci sono anche aspetti positivi, come la descrizione del mondo parallelo e delle società dei Neandertal; inoltre il ritmo è piuttosto sostenuto e lo stile letterario è comunque piacevole.
Resta comunque la sensazione di un libro che avrebbe potuto essere un capolavoro ma che è stato tradito dal suo stesso autore.
La traduzione è abbastanza buona, ma con qualche errore di grammatica italiana.
 
11 Giugno 2009, 20:38:26Commento scritto da Han Solo Guerriero Stellare
Voto: 9.00
Interessantissimo....
L'idea dell'universo parallelo dominato dai Neanderthal è geniale , e tutte le tematiche sulla società "parallela" sono davvero avvincenti.
Bravissimo Sawyer !
 
12 Febbraio 2009, 11:27:17Commento scritto da FrancoBrambilla
Voto: 9.00
Molto bello, avvincente, fresco e intelligente. Ma già avevo amato "Mindscan"
 
17 Gennaio 2009, 15:28:59Commento scritto da nollicus
Voto: 6.00
Appena sufficiente ma solo perché utilizza un buono spunto iniziale; trovo invece scarso l'espediente utilizzato per il transito tra i mondi, e tutta la parte riferita alla società neandertaliana (potrebbe essere un indizio sul perché da noi si sono estinti...)
 
30 Settembre 2008, 18:15:00Commento scritto da cat
Voto: 7.50
Mi aspettavo di più. Si legge benissimo, come tutti i romanzi di Sawyer, ma il finale è dapprima ridicolo ( la scena della scala a pioli)  poi caramelloso, da vera soap opera. Tutta la storia manca di suspense. Molto commerciale.
P.S.
Se tra i curiosi che leggono le recensioni c'à qualcuno interessato ai Neanderthal come società preistorica, consiglio i libri della Jean Auel della serie Ayla, figlia della terra. E' fantapreistoria di ottima qualità, scritta da una palentologa, che dà una sua interpretazione del motivo della scomparsa dei Neanderthal.
 
25 Settembre 2008, 13:44:37Commento scritto da luciana
Voto: 9.00
E' sempre bello leggere il primo libro di un'avventura che durerà a lungo. Robert J. Sawyer immagina l'incontro fra due Terre, quella attuale dove si sono sviluppati i Gliksin - cioè noi, e quelle neanderthaliana dove il fisico Ponter Boddit e il suo compagno/collega Adikor Huld riescono a trovare il passaggio fra i due universi.
La scoperta della religione Gliksin (cioè quella cattolica) sconvolgerà Ponter tanto quanto la regolazione morale dei neanderthal (cioè: privi di regolamenti morali) sconvolgerà la dr.ssa Mary Vaughan e gli altri uomini che avranno a che fare col coltissimo scienziato neanderthal Ponter Boddit.
Quale delle due umanità è più sviluppata delle altre?
Sawyer non organizza il suo romanzo sulle risposte, ma sulla curiosità che suscita lo scoprire realtà diverse, e sulla riflessione che deriva dal saper ascoltare l'altro.
<!-- / message -->
 
03 Settembre 2008, 13:51:57Commento scritto da slan
Voto: 8.50
interessante l'idea. scritto molto bene. chiaro e semplice anche nelle spiegazioni scientifiche. trovo però un po' forzata l'idealizzazione del mondo neanderthal. e alcuni aspetti "animalisti" mi lasciano perplesso, attendo quindi di leggere gli altri capitoli della trilogia per farmi un'opinione più definita. alla fine è un buon romanzo, ben costruito e sicuramente da leggersi...
 
29 Agosto 2008, 18:56:44Commento scritto da paolo1805
Voto: 8.00
Davvero piacevole, letto di gran carriera. Molto solido, bei personaggi ben delineati e che si fanno amare; l'idea di fondo è intrigante e trovo molto interessante la civiltà Naeanderthaliana costruita dall'autore. Un romanzo che mi ha riconciliato con Urania dopo alcune delusioni.
 
25 Agosto 2008, 11:46:57Commento scritto da npano
Voto: 6.50
Romanzo piacevole, facile da leggere e ben fatto ma niente di più.

La parte ambientata nel mondo di Potter è quella più interessante ed è quella per cui il libro merita la piena sufficienza. La parte sul nostro mondo è assolutamente poco incisiva.

Ho trovato un po' banale ed affrettata la fine ( aveva forse raggiunto il numero massimo di pagine per l'editore?)

Sayer ha dimostrato che può fare di meglio.
 
18 Agosto 2008, 15:17:32Commento scritto da Deep
Voto: 8.00
A me è piaciuto. Vicenda lineare narrata con lo stile semplice e scorrevole di SAWYER. Qualche piccola imperfezione qua e la... Ma SAWYER resta sempre un grande secondo me. Certo non sarà il massimo, però vorrei leggere spesso romanzi come questo!
 
10 Agosto 2008, 23:45:04Commento scritto da alfasecur
Voto: 6.00
Mi attengo al positivo, visto i precedenti commenti, ma non sono affatto convinto che lo meriti.
La storia tranne che per le prime dieci pagine, è veramente pesante, banale e priva di azione.
Il processo poi , ridicolo, la fine scontata.Insomma una vera palla.
Non è questo che mi aspetto dalla fantascienza.
 
02 Agosto 2008, 11:10:24Commento scritto da marsman60
Voto: 8.50
bello molto meglio delle ultime cose che ho letto dell'autore ed il preludio aduna bella serie
 
31 Luglio 2008, 01:01:22Commento scritto da murray
Voto: 9.00
Grande scrittore questo Sawyer, penso che lo seguirò nella sua bibliografia per vedere se è continuo nella sua scrittura. Immagina i suoi personaggi con grande semplicità e questo a me piace molto! Attendo la trilogia per ristorarmi ancora nella sua lettura.
 
27 Luglio 2008, 14:02:45Commento scritto da Eremita
Voto: 8.00
un bel libro...
Semplice, piacevole, non troppo cervellotico...
bei personaggi, bella vicenda...
poco reattivi per essere validi narrativamente i governi canadesi e statunitense, troppo poco realistica la risposta allo stupro della dottoressa...
ripeto, bella la vicenda, bel libro molto piacevole, aspetto i successivi con ansia anche se alcune piccole pecche ci sono.
 
27 Luglio 2008, 02:08:21Commento scritto da Akanith Wan
Voto: 10.00
Robert J. Sawyer in grande forma! Ottima documentazione e narrazione, aspetto con ansia i seguiti!
 
25 Luglio 2008, 12:34:53Commento scritto da joker
Voto: 6.00
Libro piacevole, ma sicuramente ben distante dall'essere un capolavoro.
Trovo la scrittura di Sawyer forse un po' troppo lineare, e la vicenda narrata mi ricorda (nel suo svolgimento permeato di buonismo) le classiche storie piatte della fantascienza americana degli anni '50.
 
22 Luglio 2008, 10:22:17Commento scritto da cynewulf
Voto: 7.00
Carino, niente di più. Buona la parte documentativa e quella prettamente fantascientifica, ma come "scrittore in sè" Sawyer ha  parecchi limiti. Il libro sembra "osare poco".
Aspetto i seguiti perchè potenzialmente potrebbero essere ben più interessanti.
 
21 Luglio 2008, 23:29:39Commento scritto da ackseth2003
Voto: 7.50
Mi è piaciuto, si, ma ho trovata la doppia vicenda lievemente troppo sbilanciata dalla parte dei Neanderthal.
Quelli si che sono personaggi ben delineati, mentre i Sapiens sono un po' troppo tirati via a mio parere.
In più la risposta dei personaggi (e delle autorità) all'assolutamente ignoto mi pare un po' stiracchiata, per non dire irreale.

Molto interessante invece la cultura neanderthaliana, anche se qualche difetto lo deve pur avere per essere credibile!

Nel complesso lettura godibilissima, ma credo che non perderò il sonno aspettando i seguiti.
 
18 Luglio 2008, 08:29:54Commento scritto da Gundam70
Voto: 9.00
Ogni libro di Sawyer e' una perla regalata ed un sogno ad occhi aperti.
In questo libro i personaggi sono ben delineati e la civilta' dei Neanderthal e' descritta con poche ma efficaci pennellate.
Nel libro permea un certo buonismo e si sente una serenita' idilliaca.
Come sempre grazie ai dialoghi, vengono proposte al lettore molte informazioni scentifiche che sono usate per creare ottimi spunti di riflessione.
 
18 Luglio 2008, 01:40:48Commento scritto da Darkyo
Voto: 9.50
Robert Sawyer è il mio scrittore di fs preferito, ma sfido chiunque a contraddire il mio voto per questo splendido romanzo. Qui la fusione tra fantascienza hard e soft è perfetta, senza sbavature. I personaggi sono tutti ben delineati e la civiltà neanderthaliana è davvero intelligente e ben descritta. Un romanzo divertente che forse pecca un po' di azione, forse perché è solo il primo capitolo del ciclo (pubblicarlo completo in "Grandi Saghe" sarebbe stato l'ideale... speriamo di non aspettare troppo per i seguiti). Ne consiglio caldamente la lettura.
 
15 Luglio 2008, 11:58:32Commento scritto da Dart Fener
Voto: 7.00
L'autore si è ben documentato, tant'è che ho trovato la storia abbastanza credibile. Forse l'unico neo è l'assenza di un po' d'azione. Lettura comunque godibile. Romanzo discreto nel complesso.
 
09 Luglio 2008, 00:23:30Commento scritto da bibliotecario
Voto: 9.50
Dopo la quarta di copertina non lo avrei letto, ma di Sawjer tutto quello che avevo già letto mi aveva soddisfatto, quindi gli ho dato fiducia, e sono stato fortunato, altrimenti mi sarei perso la lettura di un romanzo di FS tra i più belli da me mai letti. Adoro i romanzi pieni di azione in questo non ve nè è, ma la descrizione di un mondo simile e allo stesso tempo completamente diverso rispetto al nostro, la descrizione di una società quanto mai verosimile senza mai cadere nei soliti cliscè e la caratterizzazione dei personaggi,  hanno reso ogni pagina del libro mai banale o noisa ma piena di piacevoli sorprese. Inoltre le teorie culturali religiose e sociali che fanno da sottofondo alla storia senza mai appesantirla non lasciano di certo indifferente. Chicca finale, il sapere che si tratta di una trilogia già scritta dall'autore che presto anche Urania completerà.
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente, Tex-49
Utenti cui non piace il libro