04 Luglio 2017, 10:47:30Commento scritto da astrologo
Voto: 6.50
Space-opera come si scriveva negli anni ruggenti della sf. Si fa leggere, ben scritto , il cui unico difetto stà nel non definire meglio i personaggi principali della storia.  
 
26 Febbraio 2016, 08:55:34Commento scritto da grifone58
Voto: 7.00
Lettura  scorrevole, buon romanzo di avventura
 
15 Gennaio 2014, 08:17:38Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.00
Romanzo leggero ma al contempo di difficile classificazione.
Iniziamo dicendo che è una storia d'avventura alla Leinster (o, meglio, alla Chandler), ricca di spunti interessanti non tutti a mio avviso ben finalizzati: l'autore, infatti, mi ha dato l'impressione di saltare di palo in frasca, proponendoci avventure interessanti che da sole avrebbero potuto forse essere estese a singoli romanzi e che invece si esauriscono in una ventina di pagine, tanti assaggini tenuti assieme dall'evanescente "sogno" del protagonista.
E' proprio da questo sogno, che l'incipit e dalla conclusione del libro fanno apparire di grande potenza, che mi è venuta la delusione più grande: dopo due frasi lapidarie così perfette, infatti, era lecito aspettarsi una storia di maggior spessore.
Il protagonista stesso è caratterizzato in maniera pessima e mi ha lasciato il dubbio sulla sua reale natura: eroe visionario e sfortunato alla Ulisse o di antieroe da disprezzare per le sue scelte non sempre "etiche"?
Rimangono gli altri personaggi, delineati con una forbice spuntata e resi interessanti esclusivamente dalle situazioni che si trovano a vivere.
Sono proprio queste situazioni che, a mio parere, salvano la storia: la vicenda del pianeta "perduto", il mistero dell'autocoscienza e le considerazioni sull'umanità delle macchine (o sulla meccanicità dell'uomo) donano vigore ad un libro rendendolo in qualche modo meritevole di lettura e facendolo apparire sotto una luce diversa, più poetica e profonda.
Ma è solo con l'episodio finale, con quella visione dei mitici "fantasmi della Frontiera" con cui Chandler ci fa assaggiare la vera essenza degli universi alternativi e della potenza del principio della creazione, che il libro ci regala una delle immagini più belle in assoluto della fantascienza, assumendo improvvisamente un significato nuovo ed inatteso; a mio avviso quelle poche righe valgono da sole più di tutto il resto e danno un senso diverso ad una storia al contempo amara e leggera, contribuendo in extremis a renderla meritevole di un buon giudizio.
Strano ma buono
 
19 Febbraio 2012, 16:55:05Commento scritto da Rocheta
Voto: 7.00
Questo di Chandler è un eccellente romanzo di frontiera, con un titolo accattivante, che non può deludere gli amanti della fantascienza classica. Sembra quasi di essere a bordo dell'astronave, in compagnia di un eterogeneo equipaggio che cerca di dare un senso alla scelta di aver voluto rimettere in sesto una vecchia carretta, per entrare nel business dei trasporti spaziali. L'ottima trama, supportata da uno stile di scrittura vivace e scorrevole, contiene anche qualche implicazione etica.  
 
27 Settembre 2008, 15:11:41Commento scritto da Eremita
Voto: 7.00
Piacevole semplice, avventuroso.
Un mondo di frontiera, e oltre, una storia d'amore, sofferta e senza lieto fine, un equipaggio sgangherato su una astronave tenuta su con lo spago...
simpatico ma anche spunto per riflessioni...
 
11 Agosto 2008, 12:02:03Commento scritto da gasp63
Voto: 7.00
Lettura semplice, veloce, scorrevole, estiva e rilassante.
In linea con gli altri romanzi di questo autore.
Romanzo letto al mare sotto l'ombrellone...adattissimo.
 
24 Luglio 2006, 07:27:21Commento scritto da alfasecur
Voto: 7.00
LEGGERO, MA GODIBILE.
UNA BUONA STORIA CHE SCORRE SENZA IMPREVISTI.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro