25 Marzo 2015, 12:47:16Commento scritto da Sherdan
Voto: 6.50
Condivido gran parte di quanto già detto: una storia intrigante con tante ingenuità (ed evidenti assurdità come il fatto che gli alieni siano veramente del tutto identici a noi, non solo fisicamente, ma anche culturalmente), poca fantascienza e una evidentissima datatezza nell'armamentario del protagonista (citerò solo il "torchio per stampa"). In ogni caso si legge e fà passare qualche ora senza annoiarsi.
 
03 Dicembre 2011, 18:25:00Commento scritto da brz57
Voto: 7.00
Non un capolavoro, certo, ma un libro che si legge in scioltezza, seguendo le avventure della spia sola contro tutti. Un tranquillo momento di rilassamento in compagnia di uno che sapeva scrivere....
 
23 Dicembre 2009, 23:34:27Commento scritto da rombetto
Voto: 7.00
Senza dubbio discutibile la scelta di riproporre un libro degli anni '50, ma il ritmo della vicenda e le peripezie del protagonista lasciano soddisfatti della lettura.
Non sarà un capolavoro ma un libro così ti fa comprendere il senso del termine "lettura di evasione".
 
11 Giugno 2009, 20:40:33Commento scritto da Han Solo Guerriero Stellare
Voto: 7.00
One man show
Come un uomo solo può mettere sulle ginocchia un intero pianeta alieno
Peccato che jaimec e i siriani in generale siano troppo simili ai terrestri...
 
23 Febbraio 2009, 09:33:49Commento scritto da vinmar
Voto: 2.50
Purtroppo tra tutte le branche( fatemela passare) della Fantascienza quella che peggio regge l'invecchiamento è quella militare. Possibile che in un universo molto più progredito, dove si viaggia tra i pianeti e si guerreggia tranquillamente una spia non si riesce ad indentificare ? Eppure nel 1957 già si conosceva qualcosa su Dna ed impronte digitali. Questo libro poteva anche essere dimenticato
in  fondo più che fantascienza sembra archeologia.
 
06 Dicembre 2008, 17:11:28Commento scritto da Free Will
Voto: 7.50
Fantascienza anni 50, facile facile, leggera, senza tanti fronzoli e, soprattutto senza tutte le astrusità e masturbazioni di certa FS attuale. A distanza di 50 anni si legge ancora bene.
Il titolo italiano è sicuramente pertinente, ma quello originale (Wasp) e decisamente più intrigante, anche se un po' misterioso prima di capire di quale vespa si tratta.
La traduzione di Laura Serra è abbastanza precisa; peccato per le parole e le frasi in dialetto romanesco che stonano pesantemente.
 
04 Maggio 2008, 14:32:26Commento scritto da rarinantes
Voto: 7.50
Sapore genuino di vecchia e buona sf
 
30 Aprile 2008, 14:27:38Commento scritto da luciana
Voto: 8.00
Mi ha letteralmente rapita. L'ho letto in un giorno. Ho cominciato ieri pomeriggio nella sala d'attesa del medico e oggi l'ho finito.
E' la bellissima storia di una vespa cui viene affidata la missione di disturbare il pianeta Jaimec. La spia inizierà una serie di azioni che si trasformano in avventure, una dietro l'altra, tanto da far desiderare il lettore di sapere come continua, cosa succede dopo, fino al divertente finale.<!-- / message -->
 
14 Aprile 2008, 13:55:18Commento scritto da chan
Voto: 6.50
Un bell'esempio di una certa vecchia fantascienza, semplice e facile da leggere, secondo me ogni tanto ci vuole!
 
05 Aprile 2008, 10:39:48Commento scritto da caioiii
Voto: 5.50
Ha 50 anni e si vede/legge. Non riesco a credere che non ci siano scrittori attuali da pubblicare. Meglio una antologia di italiani. Il romanzo in se non sarebbe male, ma troppo McGyver. E Poi il finale dove é?
 
31 Marzo 2008, 09:13:28Commento scritto da Gundam70
Voto: 6.50
Poca fantascienza, e' vero. Ma la trama e' interessante e i mille e uno espedienti del protagonista per sabotare il pianeta Jaimec sono sufficienti a tenere alta l'attenzione. Certo troppa fortunato il protagonista e come ha scritto qualcun'altro perde di verosomiglianza il fatto che con sole 6 settimane di corso preparatorio, il protagonista diventa abile in qualunque cosa.
Potrei dire altro di questo libro, ma mi limitero' a dire che... LA LISTA E' LUNGA.
 
31 Marzo 2008, 02:02:53Commento scritto da vipotto
Voto: 6.50
Bello... almeno l'idea è bella poi prosegue senza tanti colpi di scena. Si nota che il libro è datato, sarebbe interessante attualizzarlo inserendo le tecnologie attuali ed ipotetiche tecnologie future! Un ipotesi interessante non trovate?
 
29 Marzo 2008, 12:59:41Commento scritto da Dart Fener
Voto: 6.00
Il romanzo parte bene, ma la trama è un po' troppo ripetitiva.
Nel complesso sufficiente.
 
28 Marzo 2008, 14:42:10Commento scritto da marsman60
Voto: 5.00
BELLINO AVVINCENTE MA NELLO STESSO TEMPO DELUDENTE L'AGENTE IN 6 SETTIMANE DIVENTA PIU' BRAVO DI J.BOND TANTO CHE NON LO BECCANO MAI .
ALMENO 007 QUALCHE VOLTA VIENE CATTURATO ANCHE SE POI RIESCE A FUGGIRE .
 
28 Marzo 2008, 14:10:33Commento scritto da Darkyo
Voto: 4.50
Non sono soddisfatto dalla scelta editoriale di pubblicare un romanzo del 1957, se fosse così buono allora meriterebbe di rientrare nella collana Urania Collezione; ma dato che questo romanzo è assai anonimo, forse sarebbe stato meglio lasciarlo inedito o inserirlo in una raccolta Millemondi (è di appena 200 pagine). L'idea - un uomo da solo può sconfiggere un intero pianeta? Può fare la differenza e contribuire a vincere la guerra? - è di per sé intrigante e l'ironia dell'autore è adatta a raccontarla; non aiuta a digerire però la mancanza di un vero materiale fantascientifico nella trama: gli alieni sono umani, fisicamente, socialmente (o socialisticamente...) e psicologicamente; il pianeta alieno è identico alla Terra; non ci sono invenzioni futuristiche degne di nota (a parte un'astronave all'inizio e una alla fine - può un'astronave decretare la fantascientificità di un'opera? Personalmente ne dubito). La trama scivola via in una sequela di inseguimenti, di pedinamenti, omicidi silenziosi e fughe rocambolesche (l'azione non manca) fino a un finale che strappa un sorriso ma che lascia davvero poco.
 
26 Marzo 2008, 11:18:43Commento scritto da Moredhel82
Voto: 7.50
Lettura leggera, ma allo stesso molto coinvolgente: l'astuzia e i numerosi espedienti spionistici di Mowry, il protagonista, vi terranno incollati fino all'ultima pagina.
 
23 Marzo 2008, 16:43:28Commento scritto da bibliotecario
Voto: 4.50
Storia spionistica militare descritta in modo satirico e farsesco. Un super agente infiltrato su un mondo nemico il cui sistema politico,militare,poliziesco e anche culturale viene messo alla berlina. Se il romanzo aveva un senso nel 1957, quando è stato scritto, io oggi proprio non vedo il motivo per cui ristamparlo su urania.
Come libro di FS non mi è assolutamente piaciuto ma anche come libro, come definirlo, tipo " SEGRETISSIMO" mi ha lasciato decisamente deluso.
 
19 Marzo 2008, 21:27:53Commento scritto da ackseth2003
Voto: 7.50
Non è da premio, ma sicuramente una lettura coinvolgente.

Peccato per il finale (quale??) ma nel complesso mi è piaciuto!
 
18 Marzo 2008, 22:32:30Commento scritto da cat
Voto: 5.00

Scusatemi, ma i supereroi della SF anni '50, proprio non mi piacciono.
Questa è una spy-story con un superagente stile Bond che fa passare i nemici ( di Sirio) come una smisurata banda di imbecilli.  Può essere divertente la parte iniziale, poi ti aspetti che qualcosa possa anadare storto, per vivacizzare la storia. Macchè , tutto fila liscio fino ad un improvviso e deludente finale. Meglio leggere Popeye.
 
17 Marzo 2008, 22:36:30Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.50
Può sembrare strano detto da uno che si avvia a completare la propria collezione, ma questo è in assoluto il primo urania che ho comprato in edicola... a parte questo l'ho trovato originale, divertente ed entusiasmante. La lettura scivola piacevolmente ed è facile arrivare all'ultima pagina senza nemmeno accorgersene. Consigliato a tutti
 
11 Marzo 2008, 15:55:26Commento scritto da Eremita
Voto: 7.50
mamma mia...
letto in meno di 20 ore e otto le ho dormite...
carino... le avventure di un guastatore/sabotatore/contropropagandista terrestre su un pianeta nemico.
Non eccezionale, ma trascinante..
 
Utenti cui piace il libro
fieramosca, Coeurl
Utenti cui non piace il libro