06 Settembre 2016, 10:08:59Commento scritto da and
Voto: 5.50
Idea quantomeno banale, svolgimento noioso e inconcludente, il peggior romanzo di Shaw letto finora.
 
19 Giugno 2016, 18:44:37Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
Questo romanzo ci presenta il consueto eroe solitario "alla Shaw", un uomo che si trova a fronteggiare problemi più grandi di lui e che riesce fortunosamente a destreggiarsi riuscendo a sopravvivere alla catastrofe anche pagando un prezzo altissimo.
Si può quasi dire che questo libro sia in qualche maniera l'emblema di tutta la sua produzione, sia per quanto riguarda gli aspetti positivi che quelli negativi: da un lato c'è la caratterizzazione psicologica praticamente perfetta del protagonista che coinvolge il lettore nella sua introspezione, portandolo ad immedesimarsi senza scampo ed a vivere la sua vicenda pagina dopo pagina; da un altro c'è una certa qual "approssimazione" nella trama, con passaggi fortunosi e situazioni apparentemente irresolvibili che si risolvono in maniera fin troppo facile.
Insomma: molto curato l'aspetto "umano", un po' carente quello della verosimiglianza, con necessità di grandi sforzi di sospensione della credulità da parte del lettore.
Tutto sommato una lettura avvincente e coinvolgente ma che lascia un po' delusi proprio per la storia in se che appare incredibilmente fiacca.
Discreto ma nulla di più
 
09 Ottobre 2015, 05:46:27Commento scritto da astrologo
Voto: 7.00
romanzo realista che si svolge con buon ritmo- La storia dell'anti eroe che crede di sovvertire l'ordine costituito (?) con una invenzione pacifista è resa credibile dall'introspezione psicologica- Peccato si perda in piccoli particolari. Comunque leggibile.
 
24 Novembre 2013, 14:10:36Commento scritto da Han Tavers
Voto: 6.50
Buon libro ma lento; perfetta la descrizione dei personaggi e lo stile di scrittura.
 
02 Ottobre 2011, 21:47:03Commento scritto da everard
Voto: 7.50

Come mai questo libro non ha commenti? A me piace da morire e lo leggo almeno una volta all'anno. Come al solito l'autore descrive magistralmente le relazioni personali e crea un'invenzione quasi degna del Vetro Lento.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro