23 Settembre 2018, 10:31:58Commento scritto da sergio23
Voto: 7.00
un meritato 7. libro gradevole con errori tipici degli anni 60. mi ha fatto passare cmq del buon tempo di lettura
 
27 Luglio 2017, 11:27:43Commento scritto da Free Will
Voto: 10.00
Confesso di aver barato nella votazione, perché il romanzo merita solo un 7.
Però dovevo riequilibrare un voto così ingiusto (oltretutto con una recensione così crudelmente negativa). E poi il numero 282 è, guarda caso il primissimo numero della mia collezione, non il primo che ho letto, ma quello in ordine cronologico di pubblicazione e che si trova assolutamente in testa nello scaffale. Quindi, per me, è vietato parlar male di RMW.
Nel merito, bisogna dire che il libro è ben scritto e con una dose notevole di pathos.
Per quanto riguarda il tema, occorre proiettarsi nel 1962, quando il pericolo di una terza guerra mondiale (nucleare) era concreto e non fantascienza, quindi il libro è tutto tranne che ingenuo.  
 
27 Luglio 2017, 00:10:47Commento scritto da contericci
Voto: 4.50
A los Angeles, improvvisamente, scoppia l'atomica. Anzi ne scoppiano ben tre. Ma siamo sicuri che siano bombe H? Le radiazioni provocano infatti strani effetti sulla popolazione, molti abitanti sono trasformati in creature demoniache, tipo zombie, la cui principale occupazione notturna è quella di trastullarsi dando la caccia ai sopravvissuti. Un manipolo dei quali si rifugia in uno scantinato senza la possibilità di poter comunicare col mondo intero. Tra di loro v'è anche uno scienziato che si arrabatta a scovare un antidoto adeguato alla malattia degenerante che colpisce gli umani. Ma chi sarà stato a lanciare l'ordigno? I russi? O forse è un esperimento governativo? Non ci è dato sapere anche perché il racconto si dipana attraverso la lotta tra uomini e mostri fino al punto in cui, alla quint'ultima pagina, arrivano finalmente i nostri a bordo di elicotteri stile vietnam. Evidentemente uno scenario profetico, visto che il romanzo è del '61.....
 
28 Giugno 2008, 16:13:46Commento scritto da marsman60
Voto: 7.00
potrebbe essere migliore ma scritto nel  1951 credo che sia stato molto all'avanguardia visto che non si conosceva ancora sia il DNA sia le sue mutazioni con le radiazioni.
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

ciccio, magritte
Utenti cui non piace il libro