07 Giugno 2009, 11:23:07Commento scritto da maxpullo
Voto: 8.50
Fedelissima all'omonimo film, questa novelization ne eredita per intero i moltissimi pregi, ma anche qualche trascurabile difetto.
Innanzitutto va detto che questa è una delle pochissime storie che, benchè spacciate per horror, rappresentano invece un ottimo esempio di come la fantascienza, potendo spaziare in un campo di argomenti assai più vasto, riesca a volte a razionalizzare elementi soprannaturali per ricondurli a spiegazioni scientifiche plausibili e ragionevoli. L'ipotesi che licantropia e vampirismo derivino da mutazioni indotte da virus è, infatti, piuttosto affascinante e la ventilata ipotesi che le due specie possano "ibridarsi" per dare origine ad una nuova specie è assolutamente originale.
Il libro, purtroppo, al pari del film, riconduce l'origine delle due specie ad una mutazione avvenuta in epoca medieovale, ignorando (o fingendo di ignorare) che il mito del vampiro, come già detto in una precedente scheda, ha invece origini assai più antiche.
Ma a parte questa piccola "defaillance", peraltro giustificabile con il fatto che la mutazione potrebbe anche essersi presentata in epoche precedenti per poi scomparire, il romanzo al pari del film ha un ritmo serrato che lascia ben poco spazio alle congetture: ogni riga, ogni paragrafo è denso di azione ed emozioni e la lettura scorre piacevolmente, ancora meglio se accompagnata dal ricordo delle immagini e dagli effetti speciali del film stesso.
L'intricato intreccio della storia, con il sottofondo della crudele guerra in atto tra le due specie, lo schema delle alleanze e dei tradimenti, l'ottima caratterizzazione dei personaggi, le sfortunate storie d'amore destinate a portare alla rovina gli amanti delle due specie e, soprattutto, i continui colpi di scena e rovesciamenti di fronte rendono questo libro davvero unico e difficile da dimenticare, una grande saga in grado di proporre un connubio davvero efficace ed intelligente tra elementi della fantascienza e dell'horror.
Per me questo è e rimane un capolavoro.
 
09 Ottobre 2007, 14:39:32Commento scritto da Psycho
Voto: 5.00
Inconsistente!Dotato di una trama piacevole la lettura fila via liscia ma una volta giunti al termine ci si rende conto che in realtà questo romanzo è abbastanza inutile! Lettura consigliata solamente ai fans del film!
 
02 Agosto 2007, 17:45:18Commento scritto da tanis
Voto: 6.50
Non ho visto il film ma il libro, pur non essendo niente di particolare, si legge piacevolmente. Leggero e, secondo me, mai noioso. Ha il pregio di leggersi in fretta ed è pieno di azione, il che non è per forza qualcosa di negativo.
 
02 Luglio 2007, 10:44:04Commento scritto da rammstein
Voto: 6.50
Piacevole, anche se di horror non c'è nulla o quasi. Solo le alchimie con il sangue danno un tono particolare, ma il resto è una sfida a chi spara meglio. Infatti, i protagonisti, vampiri e licantropi, sono un po' delle macchiette che si accoppano a più non posso a colpi di armi da fuoco moderne. Comunque è una "piacevole" lettura estiva.
Non consigliato a chi si aspetta un capolavoro dell'horror.
 
20 Giugno 2007, 08:40:04Commento scritto da Darkyo
Voto: 2.50
Inutile novelization di un film che di horror aveva pochissimo e che si basava soprattutto su scene d'azione ed effetti speciali; nella trasposizione su carta il tutto diventa noiosissimo, quando non cade addirittura nel ridicolo. Credo che l'autore si sia concentrato troppo nel tentativo di "scrivere" il film, scena dopo scena, inquadratura dopo inquadratura, dimenticandosi completamente che le tecniche narrative cinematografiche non possono funzionare in un romanzo...
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro