29 Agosto 2012, 11:53:41Commento scritto da Free Will
Voto: 7.50
Questo è uno dei libri migliori di Haldeman. Certamente meglio del modesto e sopravvalutato "guerra eterna" e soprattutto del pessimo e incomprensibile (anche a causa della terrificante traduzione) "pace eterna".
Il presente romanzo invece è insieme serio, divertente, piacevole, ricco di spunti e originale.
Inizia nientedimeno che con una pillola per l'immortalità e poi con una guerra totale che stermina quasi tutta l'umanità.
Poi si sposta su un'astronave di coloni che, essendo immortali, possono permettersi un viaggio di centinaia o migliaia di anni, lavorando, dedicandosi all'arte, e svagandosi con un gioco di realtà virtuale.
Il centro del racconto è proprio nella cosiddetta "macchina del tempo" in RV ed in tutte le sue implicazioni nella vita reale. A questo proposito è interessante scoprire le necessità quotidiane, le difficoltà della vita di coppia, i riti e le procedure di bordo al punto che una strana caccia all'anatra ci tiene con i piedi per terra, nonostante la sensazione straniante della RV.
I viaggi "nel tempo" sono intriganti, ricchi di particolari storici e geografici e pieni di significati sociologici e politici.
Il finale, poi, è sorprendente e per nulla scontato, visto che qualche lettore distratto crede che la "macchina" sia una specie di HAL 2000 che agisce contro l'uomo.
Il linguaggio è lineare e pulito, con una traduzione pressoché perfetta.
 
14 Ottobre 2011, 08:00:43Commento scritto da wawawa
Voto: 6.00
Ho intuito il finale a metà libro :(
 
30 Giugno 2011, 15:26:34Commento scritto da nottolone
Voto: 7.00
Ben scritta, qualche punto oscuro e non ben sviluppato, ma scorrevole.
 
02 Settembre 2010, 09:21:30Commento scritto da FrancoBrambilla
Voto: 6.50

Libro godibile, il finale un po' deludente.
 
15 Luglio 2010, 16:48:13Commento scritto da iogy
Voto: 5.50
Stile buono, che mi fa ben sperare per gli altri romanzi di Holdeman essendo questo il primo libro che leggo dell'autore....però la trama è abbastanza deludente. Dal titolo e dalle immagini di copertina mi aspettavo un romanzo avvincente e invece nisba. inutili capitoli in cui il protagonista descrive come cucina una anatra o prepara dei bocconcini sfiziosi...mah!
Buono il finale a sorpresa anche se si capisce che andrà a finire così.
 
05 Marzo 2008, 17:32:51Commento scritto da Eremita
Voto: 7.00
Discreto, storia però "già sentita".
 
18 Febbraio 2008, 16:28:44Commento scritto da Future Bomb
Voto: 6.00
Romanzo piacevole e scorrevole anche se poco originale, ci sono un po' tanti elementi già visti, gli immortali in guerra con i mortali, l'astronave che si prepara ad un viaggio di migliaia di anni, le intelligenze artificiali che prendono coscienza, nonostante tutto però non riesco a dargli un voto negativo, le parti ambientate nel passato sono abbastanza affascinanti e ti fanno venire anche una certa voglia di entrare in questa macchina del tempo... forse da Haldeman ci si aspettava di più.
 
09 Gennaio 2008, 15:14:32Commento scritto da metalupo
Voto: 5.50
Prime 50 pagine strepitose. Dense di idee superlative. Queste, come il resto delle pagine, sempre interessanti, dense, stilisticamente raffinate.  

Però... alla fin fine il romanzo si rivela vuoto. Va un po' di qua, un po' di là... sempre dando l'impressione di promettere sviluppi (e anche molto), sempre non mantenendo la traccia solcata e passando a parlar d'altro. E concludendosi con il massimo della banalità!

Un lavoro molto cerebrale. Salvo che alla fine l'autore il cervello l'ha staccato del tutto.
 
11 Dicembre 2007, 14:22:44Commento scritto da Deep
Voto: 5.50
Non arriva al 6 questo romanzo in cui si fatica anche ad arrivare alla fine.
Troppi viaggi virtuali inutili, troppo prolisso.
Non male il finale "a sorpresa".
 
22 Luglio 2007, 11:16:53Commento scritto da joe65
Voto: 5.50
Romanzo leggibile, non fosse altro per crediti dell'autore, però il finale è veramente scontato, troppe pagine prima della fine si intuisce dove vada a parare.
"Guerra eterna" era veramente su un'altro pianeta, mah, si vede che gli anni passano per tutti !!!
 
13 Luglio 2007, 23:06:33Commento scritto da Psycho
Voto: 5.00
Anche io mi schiero dalla parte di quelli che si aspettavano qualcosa di meglio!Personalmente ho trovato questo romanzo noioso e senza una trama precisa! Tutti quei salti nella realtà virtuale che, al fine del storia, non servivano veramente a niente!E' stata dura arrivare fino alla fine! :-[
 
13 Luglio 2007, 23:01:15Commento scritto da caioiii
Voto: 5.50
Sotto tono per essere di Haldeman. Il finale poteva riscattare il romanzo ma così non è stato. Ricorda troppo, per essere una coincidenza, Dick e Matrix.
 
02 Luglio 2007, 17:47:46Commento scritto da marsman60
Voto: 5.00
piu' che la storia di un viaggio interstellare e' la storia di una lotta tra una macchina e la mente poteva svolgersi in un bar in un appartamento in un manicomio tutto per giustificare un finale tra l'altro non nuovo alla fantascienza.
 
21 Giugno 2007, 10:01:45Commento scritto da npano
Voto: 5.50
Noioso e poco convincente, la storia mi sembra solo una scusa per i raccontini dei viaggi virtuali, puri esercizi di stile ma scorrevoli ( Il primo Gallipoli è forse il migliore).
Il finale non mi ha convinto ma almeno ha dato una scossa al romanzo.
E' triste pensare che la cosa più avvincente è stata la frase 'Noi dobbiamo parlare', visto quello che si sono detti potevano lasciar perdere.

Finito questa mattina e ormai passato nel dimenticatoio.

 
21 Giugno 2007, 06:44:39Commento scritto da attiliosfunel
Voto: 6.00
ATTENZIONE: SPOILER N.d.D.


Mah! Da Haldeman mi aspettavo qualcosa di più originale. Certo, si fa leggere, però ha quel sapore, come dire, americano-americano (esempio, tutti i coloni dell'astronave hanno nomi anglosassoni), che alla fine non mi ha entusiasmato più di tanto. La storia della macchina-astronave che impazzisce ricorda quella di un film, abbastanza noto, di un certo autore di nome Kubrick... e il colpo di scena finale lo si era rivisto proprio pochi mesi fa nel meno rifinito, ma più spontaneo, "Eclissi 2000" di Aldani. In conclusione: tipico romanzo medio(cre?) della recente produzione US. Come dicevano Tozzi-Morandi-Ruggeri, si può fare di più.  8)
 
20 Giugno 2007, 18:30:24Commento scritto da Dart Fener
Voto: 5.50
Il ritmo narrativo è decisamente troppo lento. In parte ho indovinato il finale che non è poi cosi' male come altri hanno detto. Anzi il finale ha fatto guadagnare al romanzo mezzo voto in più.

Di Underworld ho visto il film.
Il film è piuttosto bello, ma come spesso accade i romanzi tratti dai film sono pietosi. In conclusione: non leggerò mai questo libro.
 
19 Giugno 2007, 17:56:01Commento scritto da ackseth2003
Voto: 5.50
Seppur con ogni sorta di buona volontà non riesco a dare un voto positivo a questo romanzo!

Poteva essere una bella space-opera, non lo è. Peccato!

Non nego che sia scritto benino, ma la trama è quanto di meno avvincente abbia mai vergato Haldeman... il che potrebbe voler dire poco visto lo spessore dell'autore, ma, per confronto, questo libro è una quasi-ciofeca. ::)
 
19 Giugno 2007, 08:38:28Commento scritto da Gundam70
Voto: 6.00
Ho faticato ad arrivare alla fine. Ho trovato interessante la trama e le idee, seppur non del tutto nuove, ma ben inserite nel contesto.
Solo che non ho proprio digerito il ritmo narrativo e le descrizioni a volte troppo lunge e superflue, che a mio giudizio hanno appesantito troppo il romanzo.
Speravo di piu' dall'autore di Guerra Eterna!
 
13 Giugno 2007, 10:29:24Commento scritto da Darkyo
Voto: 7.50
Le idee alla base del romanzo non sono nuove nella fantascienza americana: viaggi nel tempo, realtà virtuale, astronavi generazionali e immortalità! Sembrerebbe un polpettone poco credibile e invece si tratta di un lavoro (breve) leggibilissimo e godibilissimo che ha il suo punto di forza proprio nella originale e studiata "mescolanza" di così tanti temi gia sfruttati.
Notevole l'equilibrio tra fantascienza "filosofica" e tecnologica, per non tacere, infine, sel tema della guerra (sempre caro, evidentemente, all'autore) che permea le visite al "Vecchio Ventesimo", mai così cruda e reale. Unico punto dolente è il finale... poco incisivo e banalotto. Peccato!  :-\

:arrabbiato: a chi ha scritto la trama in copertina: in due parole è riuscito a svelare le prime 150 pagine del romanzo...  >:( >:( >:(
 
Utenti cui piace il libro
fieramosca
Utenti cui non piace il libro