17 Gennaio 2017, 20:06:52Commento scritto da Rocheta
Voto: 7.00
Anche se si tratta di un insieme di racconti, seguire le vicende del comandante Grimes per me è sempre molto piacevole. Lo stile di Chandler, la caratterizzazione del protagonista, l'ambientazione e lo sviluppo della trama valgono sicuramente la lettura.
 
03 Maggio 2016, 03:43:57Commento scritto da eridian
Voto: 6.00
Scorrevole,godibile, situazioni che suscitano un discreto senso di meraviglia, ma non mi ha particolarmente convinto.
Odioso l'ingenuo maschilismo del protagonista, che purtroppo caratterizza anche numerosi altri romanzi d'avventura nel campo della sci-fi.
 
28 Gennaio 2014, 23:25:24Commento scritto da Fantobelix
Voto: 5.50
Mi dispiace smorzare commenti più soddisfatti, ma questi racconti truccati da romanzo senza connessione, non mi hanno entusiasmato molto. L'inefficace colla che mal tiene assieme i 4 episodi mi ha in realtà un pò infastidito, temo condizionato; era così degradante farne un'antologia di maggior onestà intellettuale?

Concordo che il protagonista è in effetti più maturo e a suo agio (troppo?) in ogni situazione, si muove con disinvoltura nelle situazioni più intricate o assurde (troppo?). e con ironia e un pizzico di sicumera (troppa?) offre dei finalini spesso migliori delle storie. Un pò troppo eroe lui, un pò troppo fantastici. più che fantascientifici, almeno due degli episodi.

Storielle leggibili trainate dal personaggio, non epiche né meritevoli di un mio pieno gradimento.

 
04 Agosto 2010, 23:12:29Commento scritto da maxpullo
Voto: 8.00
Più che un romanzo questo libro è una raccolta di racconti che vedono protagonista il comandante John Grimes.
Il Grimes che ci troviamo di fronte, tuttavia, è ben diverso da quello timido ed impacciato che avevamo conosciuto in "Le vie della frontiera": l'uomo che ritroviamo in queste storie, infatti, è sposato, non è più nel Servizio di Sorveglianza della Federazione ed è al servizio dei Mondi della Frontiera.
La differenza si spiega con il fatto che ci sono ben 16 storie mancanti tra "Le vie della frontiera" e la presente raccolta, molte delle quali addirittura inedite in Italia; ma se sorvola sull'iniziale "spiazzamento" derivante da questa lacuna e si rinuncia, in definitiva, alla continuity della serie, ci si accorgerà che, nonostante l'evoluzione del personaggio ci sia oscura, le storie sono tutte ugualmente godibilissime ed in grado di entusiasmare anche a distanza di tanti anni dalla loro stesura.
L'elemento fondamentale che va riconosciuto a Chandler è quello di esser praticamente riuscito a reinventare l'universo, popolando la galassia in cui si muove Grimes di una serie di mondi e di civiltà assolutamente realistici ed affascinanti, senza, tuttavia, nulla togliere al mistero del creato. Se pure, infatti, l'uomo si è spinto fino alla più remota frontiera galattica, convive con razze aliene ed ha colonizzato nuovi pianeti, esiste sempre un al di là inesplorato, un limite invalicabile in cui è tuttora attiva la potenza creatrice della divinità e che si manifesta, talvolta, come un magma primordiale (simile all'oceano di "Solaris") in cui i pensieri possono acquisire realtà fisica e sostanza.
Il nuovo Grimes che impariamo a conoscere in queste storie ha una esperienza ed una sicurezza del tutto nuove rispetto al personaggio che avevamo incontrato ne "Le vie della frontiera": egli si sa muovere ed orientare bene in questo universo troppo vasto per essere del tutto conosciuto e, come una sorta di Sherlock Holmes o addirittura come una sorta di Eymerich, riesce sempre a sventare trame insidiose, a smascherare nemici o ad uscire vincitore da situazioni al limite della follia, come succede ad esempio nell'ultima, magistrale, storia di questa raccolta.
Nonostante le storie non siano tutte alla stessa altezza, il libro l'ho divorato in pochissimo tempo e mi ha lasciato il rimpianto di non aver potuto leggere le storie intermedie. La valutazione è di conseguenza.
 
27 Settembre 2008, 15:04:36Commento scritto da Eremita
Voto: 7.00
Il seguito delle avventure di Grimes nello spazio...
Ha fatto carriera ma è sempre l'eroe della situazione. Salva tutti e risolve le questioni più difficili e spinose.
Scritto, come l'altro in modo scorrevole e semplice, risulta piacevolmente leggero e gradevole.
Nulla di strabiliante, ma godibile.
 
11 Agosto 2008, 11:59:54Commento scritto da gasp63
Voto: 7.00
Lettura semplice, veloce, scorrevole, estiva e rilassante.
Il protagonista sembra il classico marinaio con una donna in ogni porto.
Confermo l'impressione di maschilismo che a tratti mi ha un pò infastidito.
Romanzo letto al mare sotto l'ombrellone...adattissimo.
 
30 Marzo 2008, 11:51:23Commento scritto da Free Will
Voto: 6.00
Quello che viene indicato come un romanzo, seguito di "Le vie della frontiera" (Urania 499), è in realtà il raggruppamento di 4 racconti di 30 pagine ciascuno, con il medesimo protagonista, John Grimes.
Inoltre, dal punto di vista temporale, sono trascorsi alcuni decenni dalle vicende del primo romanzo ed il protagonista ha certamente vissuto molte storie con tante implicazioni professionali e personali: è quindi probabile che in mezzo ai due libri ce ne siano altri mai pubblicati da Urania.
Dal punto di vista letterario, il modo di scrivere è decisamente più maturo, meno adolescenziale, pur conservando un tono piuttosto leggero. Anche le invenzioni fantascientifiche sono più varie e articolate, nonostante l'impressione di ingenuità tipica dell'epoca e nonostante che, vedendo la tecnologia descritta, si abbia l'impressione di guardare, anziché al futuro, al passato, anzi al trapassato remoto.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro