06 Febbraio 2010, 10:46:25Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
Dopo aver letto "Genoa - Texcoco: zero a zero" e "Ed egli maledisse lo scandalo", mi aspettavo qualcosa in più da questo romanzo di Reynolds.
Gli spunti sulla società matriarcale, infr<x>amezzati da gustose rievocazioni sulla storia e sul mito delle amazzoni dell'antichità, risultano assai interessanti e costituiscono il vero succo della vicenda, ma la storia, assai banale, rende purtroppo la lettura abbastanza deludente anche se non mancano azione e colpi di scena.
Il terribile segreto evocato dalla quarta di copertina, "un segreto cosmico che non fa sorridere affatto", ci appare piuttosto come un miserrimo complotto interplanetario che di terribile non ha proprio nulla se non il fatto di essere rivelato a pezzi e bocconi con molta arte e maestria di scrittura, ma nulla di più.
Ottima la prima parte con molta storia, leggenda e molte intelligenti riflessioni sull'economia e sulla società umana, che probabilmente è il maggior pregio di tutti i romanzi di Reynolds, abbastanza deludente invece la seconda parte, quella con le rivelazioni ed i colpi di scena che, invece di sorprendere mi ha fatto quasi esclamare "tutto qui?".
La discreta la caratterizzazione dei personaggi, l'ottimo ritmo ed i gustosi dialoghi rendono la lettura facile e gradevole e fanno risultare il libro molto migliore di quanto non sarebbe.
Discreto ma niente di più.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro