17 Settembre 2007, 17:10:37Commento scritto da marsman60
Voto: 7.00
molto carini e forse all'avanguardia nel 1938  e di facile presagio
pensando alla tropicalizzazione dei nostri mari e l'invasione della zanzara tigre per il primo romanzo
e alle atrocita' della guerra che poi e' veramente scoppiata per il secondo.
curioso come l'autore  renda pienamente l'idea che i francesi avevano della linea maginot
invalicabile ed invincibile tanto che dopo due settimane di guerra si arriva allo stallo,mentre in realta'nello stesso tempo i tedeschi erano a parigi a sedere nei bistrot.
come avesse intuito lo sterminio degli ebrei a cui accenna per poche righe.
 
14 Luglio 2007, 21:18:33Commento scritto da Dart Fener
Voto: 5.50
Sono due romanzi un po' troppo datati che fanno rima con sorpassati.
 
02 Gennaio 2007, 14:47:26Commento scritto da Future Bomb
Voto: 8.50
Gran bel gioiellino questo Urania che viene dal passato (1938 per la precisione!), due romanzi inediti di un autore sconosciuto ai più, una delle poche volte in cui la nostra collana ci presenta qualcosa che non arriva dagli USA o al limite dalla Gran Bretagna, l'autore è francese e questi due racconti testimoniano un punto di vista differente da quelli a cui siamo abituati, le storie sono molto valide e soprattutto la prima, decisamente originale per l'epoca, si fa leggere tutta d'un fiato. L'elemento per cui ho apprezzato decisamente questi due racconti, è lo humor con il quale viene presentata la situazione politica e sociale dell'Europa di quel periodo e soprattutto degli accenni che si fanno all'Italia fascista, combattente e decisamente ridicola, per non parlare della germania di Hitler, praticamente sbeffeggiata ad ogni accenno che non gli resta che mangiare salsicce di mosche morte in combattimento(!). Ottime anche le rubriche che seguono i due racconti incentrati sulla Francia, sull'Autore e sulla fantascienza francese. Insomma, ottima iniziativa, speriamo che in futuro si possa ripetere su altre nazioni ancora più sottovalutate... chi lo sa che in Romania (ad esempio) non esistano ottimi scrittori a noi socnosciuti?
 
03 Dicembre 2006, 10:13:49Commento scritto da crizzo
Voto: 8.00
Ottima fantascienza; ottime idee, ben sviluppate.
 
28 Luglio 2006, 21:52:54Commento scritto da cat
Voto: 8.00
Divertenti. Ricchi di humour noir
 
01 Luglio 2006, 23:30:37Commento scritto da Paolo-42
Voto: 8.00
Molto buono  :)
 
20 Giugno 2006, 19:08:31Commento scritto da npano
Voto: 7.50
Due bei romanzi, scritti bene e con delle storie non banali che mi hanno affascinato e fatto apprezzare un autore con uno stile diverso rispetto alla classica fantascienza "Americana" a cui siamo abituati.
A tratti sembra di leggere un autore dei primi del 900 (grazie anche ad una azzeccata traduzione)
Non grondano certo di ottimismo, ma la diffusa ironia sulla società e i governi alla vigilia della seconda guerra mondiale è a tratti spassosa.
Sono due racconti da leggere non passano inosservati (peccato per la copertina  :-[)
 
12 Giugno 2006, 15:43:02Commento scritto da Cybermax
Voto: 7.50
Otto al primo romanzo, sette e mezzo al secondo. La fine del secondo e' ripetitivo ma due racconti molto godibili.
 
09 Giugno 2006, 16:39:26Commento scritto da Darkyo
Voto: 8.50
Due racconti spassosi, ironici, crudeli e assolutamente geniali; rappresentazioni grottesche ma perfette delle follie (e -perché no?- delle passioni) umane all'alba dell'inesorabile Secondo Conflitto Mondiale.
 
09 Maggio 2006, 18:31:20Commento scritto da Moebius
Voto: 8.00
Grande ironia e umorismo per uno "Spitz" al vetriolo. Ottima la traduzione. Che dire... speriamo vengano pubblicati anche gli altri romanzi. Come ho già scritto sul Corriere della fantascienza avrei preferito un altro titolo al volume ed una illustrazione di copertina meno fuorviante.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro