28 Giugno 2011, 12:40:30Commento scritto da Coeurl
Voto: 7.00
Si compone di una serie di avventure non necessariamente tra loro correlate che avvengono al protagonista, un imprenditore della costellazione detta "La Vetta". Lo stile è quello di Van Vogt, con accadimenti continui che si susseguono incessantemente e con uno stile di scrittura particolarissimo, assolutamente non ricercato e di conseguenza molto immediato, cosa che a parer mio potrebbe far storcere il naso a qualche lettore. Concordo con chi dice che appare ancora attuale, con l'economia che fa da traino alla vita e che è sua volta trainata da illeciti e corruzione.
 
12 Maggio 2011, 23:29:18Commento scritto da belvas
Voto: 7.50
andrebbe letto tutto di un fiato per via dei continui colpi di scena, è una battaglia per il controllo del potere fatta a forza di trabocchetti e dinganni, il tutto sullo sfondo di una costellazione, la vetta, e molti pianeti, concordo con chi dice che l'influenza della molgie abbia migliorato lo stile, oltre ad evidenziar euna certa femminilità, se dovessi dire la trama non saprei, ma anche stavolta mi è piaciuto, Van Vogt in qualche modo colpisce sempre, beche non dipinga l'affresco galattico come hanon saputo fare Asimov e Clarke  in realtà sembra molto la società americana, contemporanea all'autore, tes aal potere senz aesclusione di colpi, ma con qualche machiavellismo. Penso di conservarlo in libreira
 
09 Febbraio 2010, 22:39:50Commento scritto da Leinster57
Voto: 7.50
Buon Racconto che sebbene pubblicato nel 1966 appare ancora attuale con l'economia che guida l'esplorazione e l'illecito che guida l'economia (eppure è di 40 anni fà....)
Le donne sono belle intelligenti e argute, forse perchè van Vogt scriveva con la moglie.
Non manca neanche il sepentone telepatico alla faccia di Harry Porter
 
Utenti cui piace il libro
TEMPUS55
Utenti cui non piace il libro