28 Agosto 2010, 14:11:35Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
In questo romanzo ho trovato diversi spunti interessanti: innanzitutto c'è il controverso tema dell'intelligenza e della vita artificiale, un tema molto attuale ed anche assai caro a Dick; in secondo luogo troviamo la tematica della ribellione delle macchine e la considerazione che l'autodeterminismo e la sopravvivenza significano in definitiva sterminio degli avversari piuttosto che cooperazione tra specie diverse.
Ma se le premesse sono interessanti, lo sviluppo della trama non lo è altrettanto e, forse a causa dei tagli subiti da questa edizione, il romanzo non decolla mai davvero e si trascina stancamente sino a diventare una sorta di poliziesco per la verità un po' piatto in cui i colpi di scena, più che sorprendere lasciano indifferenti.
Gli ottimi spunti rimangono degli accenni buttati nel corso del romanzo, ma non vengono, a mio avviso, sviluppati in maniera sufficiente e l'impressione complessiva è quella che Dick abbia "sciupato" un'ottima occasione per presentare un capolavoro.
Un libro discreto, ma nulla di più
 
21 Gennaio 2010, 13:22:16Commento scritto da nemesis
Voto: 7.00
E' un romanzo avvincente, devo dire che scorre piuttosto velocemente e ti tiene attaccato alle pagine, ci sono buoni spunti su argomenti direi interessanti e non c'è mai un calo di tensione.
Sicuramente non è da definire un capolavoro, anche perchè se i dettagli sono molto curati, bisogna dire che la storia di fondo è piuttosto scontata, ma realmente quello che colpisce non è cosa ci viene presentato in questo libro ma COME ci viene presentato e descritto.
Consiglio assolutamente la lettura.
 
19 Luglio 2006, 22:34:24Commento scritto da tanis
Voto: 5.00
E' pur sempre Dick ma per una volta un Dick bruttino. Che dire? ..non pensate neanche per un attimo che sia tutto così. C'è molto di meglio. Leggetelo solo se non avete più altro di Dick o se siete appassionati come me.
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente, kal-el, lanippa
Utenti cui non piace il libro