23 Agosto 2018, 23:54:55Commento scritto da odisseo
Voto: 7.50
Contrariamente al tema dominante del periodo, l'immortalità, qui si parla di longevità.
Forse non è l'opera migliore del maestro Heinlein, ma qui vengono introdotti alcuni personaggi (Lazarus Long) e situazioni (l'astronave/arca) che si ritroveranno in opere successive.
Alcune ingenuità sono ben compensate dalla visione politica della situazione.
 
03 Luglio 2014, 12:08:44Commento scritto da gasp63
Voto: 7.50
Grande classico di Heinlein, affronta il tema del prolungamento indefinito della vita umana e, indirettamente, dell'immortalità.
La prima parte di sviluppa in senso sociologico. Gli esseri umani dalla lunga vita si caratterizzano come una minoranza discriminata.
La seconda parte è invece l'avventura spaziale dei "figli di matusalemme" alla ricerca di un mondo dove poter vivere in pace.
Se prima parte è coinvolgente e piena di spunti interessanti, la seconda è più prevedibile e banale con i suoi improbabili alieni.
Il giudizio finale è sicuramente positivo, anche se avrei preferito una diversa evoluzione della storia, più centrata sulla parte sociologica della vicenda.
 
04 Settembre 2013, 16:28:01Commento scritto da fabri
Voto: 6.00
romanzo che risente degli anni a tratti noioso
 
08 Marzo 2011, 23:43:24Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
Ho trovato questo romanzo abbastanza datato e noioso al punto da annullare quasi del tutto le felici premesse iniziali.
La cosa più evidente, a mio avviso, è la quasi completa mancanza di un messaggio: le peregrinazioni di questi pseudo-immortali per l'universo, infatti, sembrano trascinarsi abbastanza stancamente senza un vero capo nè una vera coda, senza contare che tutta la trama appare un po' forzata, sin dalle prime battute con la rocambolesca fuga dal pianeta.
Mi sento di salvare solo l'idea centrale della storia con il gruppo di longevi divisi dall'umanità a causa del loro segreto, ma mi sarei aspettato una trama completamente diversa, magari che esplorasse un po' più approfonditamente la storia delle famiglie nel corso dei secoli, con un intreccio simile a quello de "I signori del tempo" di Tucker.
Forse il problema è proprio quello di aver in parte deluso le mie aspettative, ma senza dubbio non mi sento di considerare questo libro all'altezza di tutti i capolavori che Heinlein ha saputo regalarci nel corso della sua carriera.
Discreto ma nulla di più
 
01 Agosto 2009, 01:27:13Commento scritto da Dart Fener
Voto: 6.50
La prima parte del romanzo, dopo un inizio promettente, è noiosa.
Molto più interessante e gradevole è la seconda parte.
Sicuramente negli anni '50  le idee di Heinlein sono state innovative, ma adesso le cose sono ben diverse. Il libro risente degli anni che ha.
 
27 Agosto 2008, 06:28:33Commento scritto da Eremita
Voto: 8.50
Molto, ma molto bello.
Sempre bravo Heinlein. Un'ennesima dimostrazione di stile. impeccabile nella scrittura il libro fila che è una meraviglia. Lascia dentro un'emozione anche dopo.
Consigliato!
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente


Utenti non associati:

fieramosca, jrocky
Utenti cui non piace il libro