16 Agosto 2018, 10:12:53Commento scritto da maxpullo
Voto: 8.00
Il sense-of-wonder non abbandona mai questo straordinario romanzo e si mantiene vivo fino alle ultimissime righe, regalandoci una storia magnifica, sopratutto se si pensa che dalla sua stesura sono passati oltre sessant'anni.
Leggendolo ho provato sensazioni analoghe a quelle provate nella lettura dell'immaginifico Ciclo delle cinque galassie di Brin o dei meravigliosi "Canti di Hyperion" di Dan Simmons: l'autore, infatti, non solo ci presenta cosmo pieno di meraviglie, ma si sbilancia in una straordinaria visione delle dimensioni ulteriori alla terza, mettendo in campo una razza dai connotati ballardiani che, ai nostri occhi, sembra vivere ed agire nel verso opposto allo scorrere del tempo.
Non tutti i misteri vengono svelati, ma nulla rimane affidato al caso ed ogni stranezza, ogni elemento del cosmo trova alla fine la sua giusta collocazione.
Gli ingredienti per il capolavoro ci sono tutti: i personaggi appaiono ben caratterizzati anche se solo per grandi linee (non c'è molto spazio per l'introspezione) e la trama si svolge in maniera praticamente perfetta: l'unico difetto che riesco a ravvisare è la sua relativa brevità.
Un gioiellino insomma di quella prima fantascienza avventurosa ed ingenua, ma al contempo ricco di spunti e trovate degne delle space opera più moderne e smaliziate.
Ottimo
 
08 Marzo 2012, 08:40:22Commento scritto da Roger Wilco
Voto: 9.00
Bellissima storia di fantascienza classica. Un racconto che ti incolla alle sue pagine senza farti mai perdere di interesse o entusiasmo. Ritmo incalzante che non annoia mai. Storia ben articolata sviluppata su un'idea di base, dell'autore, molto interessante. Lodevole l'allestimento di pianeti alieni abitati da varie specie di extra terrestri tutte ben caratterizzate ed estremamente diverse da loro, in primis gli Jelmau per i quali l'autore ha inventato anche un loro linguaggio, una loro morale-psicologia ben delineata, una particolare misurazione del tempo, un utilizzo dei numeri un po diverso dal nostro ecc...Insomma il tutto é squisitamente avvincente e credibile nonché molto affascinante.
Le uniche pecche, per cosí dire perché non sono nemmeno  delle vere e proprie pecche, sono state la relativamente impegnativa comprensione della spiegazione finale del racconto dove ci sono nodi temporali un po contorti da spiegare (piú per la natura stessa dell'argomento che per una mancanza dell'autore) e, secondo i miei gusti personali, lo scarso approfondimento della storia sentimentale tra lui e lei. In particolare se questa relazione fosse stata un pochino piú condita sicuramente avrei dato a questo romanzo un bel 9.50.
Secondo me puó tranquillamente entrare nella rosa dei "must have (and read)".
 
15 Febbraio 2007, 06:57:32Commento scritto da alfasecur
Voto: 7.50
Una bella storia di fantascienza classica. La consiglio.
 
Utenti cui piace il libro
emilio
Utenti cui non piace il libro