04 Dicembre 2015, 18:07:17Commento scritto da astrologo
Voto: 7.00
romanzo che assomiglia, in un certo qual modo, ad una bibita fresca che si assapora con gusto. Semplice, sia nella trama che nello svolgimento, non ricorre a certi effettacci letti in libri recenti di fantascienza (?), e non usa parolacce o situazioni "hard", ma ne suggerisce la possibilità. Ah, la fantascienza di una volta!
 
15 Dicembre 2013, 12:13:14Commento scritto da brz57
Voto: 6.50
Romanzo  che scorre via veloce, abbastanza divertente e leggero; si legge bene ed in fretta.
 
21 Gennaio 2010, 16:14:04Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.00
Questo è un romanzo davvero simpatico e di facile lettura.
Pur senza essere un capolavoro, esso ci trasporta alla scoperta di un pianeta sconosciuto posto su una rotta che normalmente viene evitata dalle astronavi per la presenza di non meglio identificati "gorghi".
Su questo pianeta, il giovane protagonista, scoprirà una civiltà composta di sole donne, discendenti di una colonia dimenticata e vittima di un naufragio, le quali, sebbene tramandino di generazione in generazione il mito dell'Uomo, non hanno elementi noti per riuscire a riconoscerlo oggettivamente.
Tra imbarazzanti equivoci e le prime avvisaglie di un sentimento che le ragazze del pianeta trovano relativamente nuovo e difficile da comprendere, tra battaglie per il mantenimento dello status-quo o la conquista di un nuovo modus vivendi, l'avventura scorre agevolmente e senza intoppi fino al finale che in verità appare un po' scontato anche se niente affatto banale.
Ma, nonostante alcune ingenuità dovute al tempo trascorso dalla prima pubblicazione ed una certa sottile vena di maschilismo, il romanzo contiene a mio avviso alcuni spunti interessanti e non privi di un certo fascino, tanto per le simpatiche "scenette" delle ragazze che analizzano le proprie sensazioni di fronte al nuovo venuto, non riuscendo a mettere a fuoco le cause del loro disagio, quanto per l'analisi sociologica che, sebbene sbrigativa e semplicistica, appare certamente logica e plausibile, riuscendo ad immaginare l'istituzione e l'evoluzione di una società composta di sole donne che deve fare di necessità virtù per garantire la propria sopravvivenza in attesa che le leggende sull'Uomo divengano realtà.
 
22 Maggio 2008, 11:26:37Commento scritto da io.robot
Voto: 6.50
un bel romanzo "vecchio stile" che si legge in pochissimo tempo lineare e senza fronzoli
l'esploratore solitario le donne bellissime

se vogliamo "leggermente maschilista" ma ogni tanto non guasta
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro