04 Agosto 2018, 11:22:43Commento scritto da zecca_2000
Voto: 5.50
Il romanzo va inquadrato nel contesto storico in cui fu scritto.
Certamente oggi fa sorridere il fatto che su Marte si possa respirare o altre amenita' del genere, ma queste erano frutto appunto dell'epoca..
In realta' secondo me i punti di forza del romanzo sono da ricercarsi nel tentativo di fondere FS e spionaggio, uno dei primi tentativi secondo me, e nel comportamento libertino di alcuni perosnaggi, cosa che non mi sarei mai aspettato in un romanzo scritto nel 52.
D'altra parte, alcuni comportamenti dei personaggi appaiono assolutamente illogici (lo stesso comportamento libertino, il continuare la guerra fredda nonostante la minaccia liena ecc.) o comunque a me incomprensibili.
voto pertanto leggermente negativo per un autore che altrove ha dato risultati molto migliori (Una figlia per il diavolo, il club di Satana)
Voto 5,5
 
30 Giugno 2018, 15:02:55Commento scritto da contericci
Voto: 4.50
La fantascienza degli anni 50 conserva sempre un suo fascino particolare, tra le righe si avverte sempre la convinzione e la speranza quasi ideologica che, pur con limitate conoscenze scientifiche, fosse possibile trovare forme di vita su altri pianeti e che l'uomo potesse facilmente interagire con esse. Purtroppo il romanzo è costellato di ingenuità tali, a cominciare dal fatto che su Marte si potesse respirare e vivere senza scafandri, che, anche a voler essere buoni, finiscono col ridimensionare lo scritto a livello di una barzelletta o poco più.
 
03 Dicembre 2017, 10:09:42Commento scritto da astrologo
Voto: 6.50
Datato, ma affascinante. Per un buon tratto della storia si trovano tutte le teorie su Marte prima dell'avvento delle varie sonde che ci hanno mostrato la realtà di un pianeta ai limiti dell'abitabile (da terraformare?). Discreto studio di caratteri e raro esempio di fissazione religiosa. Gradevole.
 
Utenti cui piace il libro
emilio, Thorasin
Utenti cui non piace il libro
adso