18 Agosto 2018, 12:48:24Commento scritto da contericci
Voto: 4.00
Drastico e sbrigativo romanzo di J.Guieu, dei primissimi anni '50, che immagina un tempo (il 1993) in cui il mondo, ormai in contatto con altre razze, si prepara a celebrare la concordia universale dopo la devastante guerra intergalattica di venti anni prima. Proprio mentre la cerimonia sta per entrare nel clou, minacciosi extraterrestri, dal potere distruttivo immane, provenienti dal sistema solare Wolf 359 sterminano tutti gli abitanti delle maggiori città mondiali, i cui cadaveri vengono poi scarnificati da invisibili ectoplasmi, manco fossero piranha. I nostri eroi si mettono presto a capo dell'umanità superstite e, nonostante il tradimento di un biologo russo, con l'aiuto degli alleati, i bletoriani, riducono all'impotenza i kerbaniani, la razza pipistrelliforme responsabile dell'attacco, facendone addirittura esplodere il pianeta d'origine! Fumettone fantascientifico di una violenza inaudita (da ambo le parti) in cui l'eccessiva fantasia dell'autore finisce con lo scadere nel ridicolo.
 
12 Ottobre 2009, 19:52:25Commento scritto da maxpullo
Voto: 5.50
Romanzo di fantascienza un po' datato il cui unico pregio è quello di farsi leggere rapidamente.
Personaggi poco caratterizzati e stereotipati, situazioni abbastanza banali, un finale più che scontato e la solita visione occidental-centrica del mondo, con gli eversori terroristi dello stato anti-capitalista che si alleano con gli alieni per la rovina del genere umano, fanno si che questo libro di Guieu rappresenti il degno precursore della trilogia del connazionale Bonnefay (B.R. Bruss) sulla guerra tra la terra e i dischi volanti. Con la differenza che qui i Russi non sono nemmeno nominati: fanno le loro veci gli anonimi "mocraniani", così nessuno si offende...
Si salva per la brevità, per il ritmo, per l'originalità della trovata dei mostri invisibili e per la descrizione dei mostruosi alieni Kerbaniani, ma tutto ciò non è sufficiente per farne un libro leggibile nel XXI secolo.
Buono per la collezione
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro
AlphaAle, Thorasin