24 Gennaio 2012, 11:34:55Commento scritto da Arne Saknussemm
Voto: 6.50
Le sentinelle del cielo   7,5
Russell scrive sf senza mai affrontare, anzi solo sfiorando marginalmente, argomenti tecnici. Non ci sono congegni strani, descrizioni di astronavi, tecnologie particolari sullo sfondo o come parte integrante della storia.
In questo romanzo abbiamo due colonie terrestri, tanti mutanti (terrestri e non), una razza potente ed evoluta che resta un mistero anche per il lettore, una guerra tra Terra, Venere e Marte, il nostro eroe... e l'assoluta convinzione che nel cosmo non siamo soli... che cio' che per noi è tecnologia, evoluzione, per altre civiltà non è altro che uno stadio primitivo di una razza poco piu che rozza.
Con uno stile semplice e "leggimileggimi", questo romanzo mi ha catturato, davvero piacevole, senza troppe pretese, con alcune parti che potevano anche essere sviluppate meglio, ma comunque una lettura molto piacevole.

Galassia che vai.   7-

Molto carino, scorrevole, divertente... una spassosa satira.
Ma certamente non un capolavoro. Molto "semplice".

Il Collezionista    5,5

Il collezionista    6,5
Carino, non originalissimo ma piacevole.

Io e la mia ombra  5
Raccontino morale banale.

Una questione di istinto   5,5
Piccolo divertimento, ma un po' scontato.

Silicio  5,5
Come sopra.

Il richiamo  5
Mah... come in Io e la mia ombra il voto non sprofonda perchè comunque la scrittura di Russell è piacevole e scorrevole.

L'astronauta tornò solo   6
Bello. Quando usci' credo che ebbe un impatto piu forte... oggi ci hanno "desensibilizzato" ben bene !
Wisel  6,5
Insinua un dubbio...
 
22 Settembre 2010, 23:37:21Commento scritto da Faresme
Voto: 7.50
Nel complesso si tratta di storie piacevoli a leggere, con idee originali sviluppate in maniera interessante.
 
16 Maggio 2006, 12:18:22Commento scritto da francibass
Voto: 7.00
1 - "Sentinelle del cielo" è un romanzo dallo stile molto meno ironico di quello che Russell ci ha abituati nelle sue opere migliori. Come dice il titolo narra la vicenda di due sentinelle che si occupano di proteggere la Terra da misteriosi piani di conquista orditi da forze non terrestri e attuati da potenti mutanti provenienti dalle colonie di Marte e Venere. Il diabolico protagonista, David Raven, sfiderà i mutanti sul loro stesso campo e sventerà la minaccia. La lettura è agile e lo stile narrativo fluido e avvincente pur senza colpi di scena. Forse il protagonista è un po' troppo potente e ha vita facile con gli ignari mutanti ma comunque risulta coinvolgente.
2 - "Galassia che vai" è un divertente romanzo nel quale Eric Frank Russell scatena una caustica ironia sulla società moderna ma soprattutto sulla sua rigida e inefficiente gerarchia di potere. I protagonisti della vicenda sono infatti politici, militari e burocrati alle prese con l'impresa di conquistare pianeti abitati da minoranze umane emigrate secoli addietro e riportarli sotto l'autorità centrale della Terra. Gli abitanti dei pianeti si riveleranno esponenti di società con regole e filosofie neanche lontanamente concepibili da parte degli ingenui terrestri, che nella loro cieca presunzione non riusciranno a ottenere nulla né dalla violenza né dalla diplomazia. Finiranno sbeffeggiati, derubati o semplicemente ignorati. Spassose le scenette di vita militare, alle prese con comandi e regolamenti che si rivelano prima inadeguati e poi addirittura assurdi. Il romanzo è un tentativo di rispondere alla domande: può l'umanità trovare un equilibrio diverso quando i membri della comunità sono sufficientemente simili? E' possibile comprendere e rispettare il pensiero di una società o di una minoranza alternativa alla nostra, che secondo i nostri canoni potrebbe avere abitudini incomprensibili? E' possibile fare a meno delle gerarchie sociali, di qualunque tipo esse siano? La risposta di Russel è positiva ma comporta la rinuncia alle nostre ottuse convinzioni, cosa possibile solo se delle con le gerarchie non ci si è troppo compromessi.
3 - Tra i racconti "Il collezionista" è il migliore, gli altri non mi hanno lasciato molto, forse per la semplicità narrativa.
 
14 Giugno 2005, 11:38:58Commento scritto da marsman60
Voto: 6.50
nel complesso non male  per me brutti i racconti
 
Utenti cui piace il libro
Barlow_54
Utenti cui non piace il libro