16 Agosto 2015, 21:25:44Commento scritto da astrologo
Voto: 7.50
Libro altamente esoterico, anche se sin dall'inizio si capisce dove l'autore andrà a parare. Pure essendo fondamentalmente cattolico ho apprezzato questo romanzo dal punto di vista spirituale, non della trama.
 
21 Aprile 2013, 21:19:24Commento scritto da brz57
Voto: 9.50
uno splendido racconto che ha come scena l'intero universo e forse ancora di piu', tutto il tempo possibile e soprattutto la grande ed unica scintilla che tutto puo'...naturalmente l'amore che supera e domina gli universi ed i tempi. Quasi perfetto
 
08 Aprile 2013, 20:24:37Commento scritto da MILES VORKOSIGAN
Voto: 8.00
Una storia che fonde, l'evoluzione dell'uomo , l'amore, l'evoluzione delle macchine  in un unica forma di vita, l'universo stesso. Harness descrive il tempo e lo spazio come nessuno e tutti se lo immaginano, l'amore infinito , la vita stessa. ottimo romanzo.
 
26 Febbraio 2010, 19:56:34Commento scritto da maxpullo
Voto: 9.50
Questo libro racconta una storia che è quasi troppo grande per essere contenuta nelle sue pagine, una storia perfetta sotto ogni punto di vista e che è anche la storia dell'universo, o meglio una delle tante infinite storie su di esso, narrata come pochi hanno saputo fare.
Lucido e chiaro come nemmeno Einstein o Stephen Hawkings avrebbero potuto essere, Harness riesce a conciliare la fantascienza "divulgativa" fatta di teorie fisiche ed equazioni matematiche con quella romantica e di avventura e ci racconta una fiaba di quelle che vanno dritte al cuore e che non si dimenticano facilmente.
Prendendo spunto dalla teoria del Big Bang/Big Crunch, Harness ci racconta una intricatissima vicenda in cui l'amore gioca un ruolo fondamentale, una vicenda in cui, come in un gioco di scacchi (idealmente rappresentato nel libro dal gioco del "kaisch"), i personaggi, pur conservando intatto il loro libero arbitrio, sembrano muoversi secondo uno schema prefissato che li spinge a combattere affinchè il ciclo universale di espansione/contrazione non venga arrestato.
L'amore, inteso come altruismo e completa dedizione all'altro, è certamente la molla dell'agire dei due protagonisti, mentre il loro antagonista, il supercomputer denominato Controllo, suddiviso in due unità telepatiche, l'una "maschile", l'altra "femminile", che tenta di impedire il Big Crunch per assicurarsi l'immortalità, sembra agire piuttosto in base al puro egoismo e cioè alla negazione dell'amore stesso. Ed è proprio in questa contrapposizione tra altruismo ed egoismo che va ricercato quello che è sicuramente il vero tema predominante del romanzo che, nel suo affascinante modo di descrivere l'universo come un immenso cuore che batte, lascia intravedere un suggestivo e commovente squarcio del grande disegno della vita, della morte e della rinascita, cioè l'essenza stessa di Dio e del creato.
Un capolavoro per tutti i gusti che riesce ad essere quasi banale per la semplicità da favola e la linearità con cui si sviluppa l'intreccio tra salti nel tempo e paradossi, ed al contempo meravigliosamente profondo per le sensazioni che riesce a trasmettere.
Di libri così ce ne sono pochi
 
30 Aprile 2008, 14:41:48Commento scritto da luciana
Voto: 9.00
Ho letto "Astronave senza tempo" di Charles Harness, Classici Urania 247 uscito nell'ottobre del 1997. E' un libro strepitoso, anche se ho fatto fatica a comprendere tutto il discorso temporale che c'è all'interno, che richiede una conoscenza tecnica che a me mancava. Ma il finale, davvero mozzafiato, rende onore a quella che sembrava solo un'avventuretta spaziale tra i buoni che cercano di combattere i cattivi, facendo fare un balzo emozionale al testo, e rendendosi conto che non si tratta solo di un libro di fantascienza, ma di una storia che impone riflessioni ben più profonde sull'origine dell'universo.
<!-- / message -->
 
16 Agosto 2005, 17:45:13Commento scritto da marsman60
Voto: 6.00
NON PARTICOLARMENTE BELLO
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro