22 Marzo 2015, 19:27:48Commento scritto da doge
Voto: 5.00
Non mi è piaciuto,fantascienza poco niente,storia lenta e noiosa,la società futura descritta da Leiber poi la ritengo sciocca e molto poco approfondita....sono solo 206 pagine e mi ci son volute due settimane per leggerlo e,tranne un piccolo interesse nel finale,non ne è valsa la pena.Voto: 5
 
29 Dicembre 2014, 22:20:25Commento scritto da emilio
Voto: 3.00
Vorrei capire il perché certe volte Urania si diverte a presentare romanzi improbabili e sconclusionati come questo. Raccomandazioni?
 
11 Novembre 2011, 21:42:30Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.00
Romanzo originale, per certi versi divertente e dissacrante, ma purtroppo, come sovente capita nei romanzi di Leiber, anche terribilmente sconclusionato.
La pretesa di far satira sul mondo editoriale degli anni '60 poteva forse risultare efficace e sensata in quel periodo, ma oggi di questo intento si riesce ad apprezzare ben poco e, salvo le abbondanti citazioni e riferimenti ad autori contemporanei, il libro si fa apprezzare esclusivamente per il suo fascino grottesco e caricaturale piuttosto che per il messaggio che dovrebbe trasmettere.
Di idee ce ne sono tante, forse troppe, ma Leiber riesce in qualche maniera a venirne a capo, creando un caleidoscopio di situazioni allucinanti, surreali, divertenti e strampalate che hanno però il difetto di convergere verso il nulla.
Si parla della vita degli scrittori e delle loro frustrazioni, del sesso dei robot e delle molteplici sfumature che può assumere il concetto di "vita", con molte interessanti riflessioni su quella che può essere la vita di una cervello qualora esso venga alienato dal corpo e privato dehli stimoli sensoriali.
Alla fine della fiera, tuttavia, sebbene tutte le vicende trovino la loro logica conclusione, ci si ritrova con un pugno di mosche in mano e si stenta a condividere l'allegria e l'ilarità dei protagonisti.
Direi che è senz'altro un libro buono per passare il tempo, ma, dalle premesse, poteva esser logico attendersi di più.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro