14 Marzo 2017, 07:47:41Commento scritto da capricorno52
Voto: 6.00
Fantascienza targata anni 50 , fusione di avventure ed azione con aspetti sociologici e di comportamento, discreto lo spunto. L'umanità si è espansa oltre il sistema solare , le comunicazioni ed i commerci sono effettuati da astronavi che viaggiano a velocità sub luce , su ogni pianeta colonizzato una sorta di società segreta veglia sul futuro della razza umana. Ora accade che sul pianeta Halsey in piena crisi demografica , atterri una astronave  mercantile , nel libro di bordo si legge che nel suo lungo viaggio fra i pianeti colonizzati dall' uomo non è riuscita ad atterrare  su tre pianeti  inclusi nella rotta per assenza di sistemi di atterraggio automatici, sospettando cause legate  a guerre e/o altri aspetti di decadenza culturale , Ross il protagonista  viene dotato di una astronave speciale ultra luce  ed incaricato di una ricerca sui pianeti colonizzati dall' uomo.Nel viaggio al protagonista man mano si affiancano altri personaggi, mentre passa da una avventura all' altra, Ross scopre che su ogni pianeta l'uomo si è evoluto in modo esclusivo verso una specifica organizzazione sociale eliminando le diversità, alla fine approda sul pianeta madre la Terra.il finale è positivo anche se molto semplice ed in qualche modo scontato, sulla Terra trova finalmente chi puo' aiutarlo e cosi' Ross e suoi compagni saranno i protagonisti di una nuova diversa espansione  dell' umanità fra le stelle.Il racconto scritto in prosa semplice e' scorrevole, discreti i dialoghi e la caratterizzazione dei personaggi , abbastanza ripetitivo nelle situazioni , in alcuni momenti traspare l'ironia degli autori , in relazione alla società americana del tempo , non è un romanzo indimenticabile ma una discreta lettura di fantascienza d'evasione.  
 
07 Luglio 2013, 08:37:29Commento scritto da gasp63
Voto: 7.00
Scritto nel 1954 dalla coppia Pohl/Kornbluth, famosa per "I mercanti dello spazio", questo romanzo presenta tutte le caratteristiche del suo tempo. Non molto lungo e di facile lettura, sempliciotto ma non banale, scorre veloce come le avventure dei suoi protagonisti.
Una space opera sociologica. Ross e i suoi compagni di viaggio, visitano diversi pianeti colonizzati dall'uomo. Ogni pianeta ha un organizzazione sociale diversa in qualche modo "sbagliata" perchè estrema e in fondo decadente. Spetta a Ross e compagni attraversare la galassia alla ricerca della risposta che può salvare il genere umano dall'estinzione.
 
20 Giugno 2013, 15:03:31Commento scritto da Rocheta
Voto: 5.50
Leggere talvolta un vecchio romanzo di fantascienza degli anni 50 è come bere un bicchiere d'acqua senza avere sete. Va giù in un attimo, è digeribile, ma non ti soddisfa. La storia, anche se denota una certa morale di fondo, ha una prosa troppo scarna e il protagonista risulta essere il solito eroe per caso, che riesce sempre a cavarsela anche nelle situazioni più pericolose.
 
23 Maggio 2011, 19:22:34Commento scritto da Arne Saknussemm
Voto: 7.00
Vecchia lettura... riporto il voto che misi al libro dopo averlo letto.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro
tehom