07 Giugno 2016, 09:11:40Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
Per tutto il romanzo l'autore porta avanti coraggiosamente una tesi tanto affascinante quanto azzardata: l'idea cioè che la razza umana non sia tutta originaria del pianeta terra ma che le diverse "razze" abbiano origini extraterrestri e che l'umanità si suddivida in due grandi gruppi: i Nor-man (i sani di mente) e gli U-Man (gli umorali, i pazzi) e che la Terra sia di fatto un enorme manicomio da deve essere preclusa la fuga ad ogni costo.
Russell è tanto bravo che, pur nell'estrema originalità dell'idea centrale, non si può ragionevolmente tentare di confutarla in maniera semplice; la domanda "come fai a sapere di non essere pazzo?" rimbalza e riecheggia all'interno della storia e nella testa del lettore; l'impossibilità stessa di trovare una risposta sensata mette in difficoltà e rende la domanda tutt'altro che banale.
Ma al di là dell'idea centrale la trama è sviluppata in maniera un po' frenetica e caotica e la lettura si fa difficoltosa con ampi spazi di noia pura. I personaggi non sono caratterizzati molto bene e lo stesso protagonista non viene mai ben focalizzato.
Tutto sommato direi che il romanzo merita un 7,5 per la storia in se ed un 5,5 per lo sviluppo; la valutazione è di piena sufficienza.
 
21 Maggio 2016, 18:10:46Commento scritto da antosimov
Voto: 8.50
Ironia inglese applicata alla fanta-avventura  americana.
Come al solito , Russel , a ogni pagina finale del capitolo mette un colpo di scena , che ti obbliga a non staccarti dalla lettura.
La parte finale stenta un po' , altrimenti sarebbe un capolavoro.
 
04 Ottobre 2013, 11:08:15Commento scritto da brz57
Voto: 6.00
Sono un grande estimatore di Russel, di cui apprezzo la verve e l'ironia  pungente, ma questo romanzo mi ha un po' deluso; buona l'idea di fondo, ma lo svolgimento e' abbastanza puerile e sempliciotto. Si nota davvero una grande stanchezza nella scrittura....l'amaro finale risolleva un po' il tutto.  
 
29 Aprile 2005, 13:29:49Commento scritto da vinmar
Voto: 7.50
Affascinante. Un romanzo che tenta di assolverci perché i nostri errori non sono colpa nostra.
 
Utenti cui piace il libro
gerolamosis, MAG
Utenti cui non piace il libro