15 Ottobre 2020, 17:06:24Commento scritto da astrologo
Voto: 4.50
Non saprei cosa consigliare alla redazione di Urania, se sono sicuri che un autore del genere vada bene per la collezione o meno? Inutile allungamento di una trama piuttosto farraginosa e strana. I cosiddetti figli di Saturno sembrano ' figlie di Giunone....(leggi Fabrizio de Andrè) e tra una cosa e l'altra pensano solo  al piacere.  
 
05 Agosto 2020, 08:59:10Commento scritto da ciccio
Voto: 6.50
Discreto ma non una delle opere migliori di Stross
 
25 Luglio 2020, 15:49:42Commento scritto da Oldman
Voto: 5.50
Concordo in pieno con il giudizio dato dal Bibliotecario! Inutilmente complicato!
 
23 Luglio 2020, 07:10:14Commento scritto da bibliotecario
Voto: 6.00
Romanzo che un omaggio di Stross a due grandissimi Asimov e Heinlein. Godibile, pieno di colpi di scena, moderno, ma dalla trama estremamente ingarbugliata e complessa, che rende la lettura difficoltosa e ne abbassa molto il voto complessivo che resta comunque positivo.
 
05 Luglio 2020, 23:05:36Commento scritto da capricorno52
Voto: 7.50
Un’ opera inspirata ai robot di Heilein e di Asimov , scritta in chiave parodistica e satirica ma anche molto triste in prospettiva.
In questo universo gli umani  non sono riusciti a creare un’ intelligenza artificiale da zero, hanno imbrogliato addestrando le I.A. da modelli di cervelli umani , poi si sono estinti , di conseguenza i robot hanno replicato la società umana ricreando senza alcun reale bisogno gli aspetti peggiori della estinta civiltà umana: i ricchi aristos dominano sugli schiavi e sugli androidi a malapena liberi come Freya Nakamichi 47 tramite la pressione economica e l’esercizio violento del potere.
Temi intriganti ed a tratti profondi sulla schiavitu’ , la libertà e l’autocoscienza,  raccontati da Freya un sexy-robot  in prima persona e trattati da Stross con una scrittura brillante e leggera che procede a tamburo battente senza un attimo di tregua,  viaggi da Venere a Mercurio e da lì su Marte e poi nel sistema solare esterno, accompagnati da scambi di personalità talmente numerosi che alla fine si fa fatica e seguire lo scopo dell’ azione, ed in piu’ sesso a gogò fine a se stesso per sfumare la tensione del racconto.
Saturn’s Children è un mix perfetto di fantascienza, mistero e thriller di spionaggio. Ha tutti i tipi di concetti sorprendenti e stimolanti; Stross non perde mai di vista la storia.
Una o due volte, la profondità del mistero diventa abbastanza contorta da confondere specie nel finale ma questo è un prezzo che vale la pena pagare per godere di una scrittura di prima classe e di un personaggio principale irresistibile che, nonostante sia disumano, si confronta ancora con gli stessi problemi esistenziali che abbiamo ora come umani piu’ altri ancora nella sfera dell’ immaginario possibile.
Libro che forse a tutti non piacerà per l’eccessiva mirabolante successione di avventure o per la trama ma di cui mi sento di consigliare la lettura.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro