17 Luglio 2017, 21:17:41Commento scritto da Gundam70
Voto: 6.50
Ho gradito questo romanzo. Un po' deboluccio rispetto allo standard a cui Resnick mi ha abituato.
Letto dopo la pentalogia di Starship recentemente pubblicata (e ultimata) su Urania, si vedono alcune analogie tra le due saghe. Il barone che gestisce un casino', come the duke gestisce nella saga di starship.
Sempre il barone, in questo caso, e' un uomo enorme di 2,30m di altezza e capelli rossi, simile alla Valkiria rossa vice comandante della saga di Starship.
Pecca nella personalizzazione dei personaggi, un po' solo abbozzati e non ben caratterizzati. Stridono alcune forzature nel risolvere certe situazioni
 
25 Febbraio 2015, 16:05:30Commento scritto da fabri
Voto: 5.00
romanzo noioso
 
19 Giugno 2013, 21:41:36Commento scritto da caioiii
Voto: 5.00
non l'ho trovato enormemente brutto o noioso, fino al finale che mi aspettavo con colpo di scena od una rivelazione filosofica della vita. Ma così non è stato e quindi in mio voto. Certo non è un capolavoro ma qualche ora di lettura non impegnata.
 
06 Novembre 2009, 10:45:03Commento scritto da Darkyo
Voto: 4.00
Mi associo al coro dei delusi: Mike Resnik stavolta fa fiasco e ci propone una sequela di dialoghi ripetitivi ma tutto sommato divertenti e... solo questo! La trama è sconclusionata, i personaggi sono senz'anima, i colpi di scena buttati via senza scopo, il finale è terribilmente povero di inventiva. Un romanzo con qualche buona premessa, ma totalmente inutile. Da dimenticare.
 
28 Agosto 2006, 10:16:43Commento scritto da metalupo
Voto: 4.00
Inutile romanzetto western mascherato da fantascienza. Vagamente simile per ambientazione al ciclo "Principi demoni" di Vance (ma più scanzonato nel tono e molto più vuoto e privo di immaginazione nei contenuti).

A tratti brioso, più spesso noioso. Si arriva alla fine con un certo senso di irritazione, dato che non si coglie proprio lo scopo del voler sfornare un romanzo così.

Resnik ha scritto sicuramente di meglio.
 
13 Aprile 2006, 14:04:48Commento scritto da cat
Voto: 4.00
Meglio mantenere il titolo originale "The widow maker", esplicito riferimento alla possibile vedovanza delle mogli dei lettori di Urania, sopraffatti dalla noia che il libro emana. :'(
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro