28 Agosto 2017, 15:23:28Commento scritto da zecca_2000
Voto: 8.50
Mi allineo piu' o meno con il giudizio degli altri umini.
Premetto che il mio giudizio si riferisce al "romanzo" "La crisi della realta'  ", quindi non al primo o secondo o ennesimo volume in cui e' stato suddiviso.

cio' detto, il mio giudizio e' molto positivo.
Si tratta di una space opera impegnativa, epica, con ampie punte di fantastico, o forse horror, o forse FS (le anime dei morti che ritornano...?)
Personaggi appassionanti, lettura scorrevole, alterna parti di vita quotidiana sui pianeti a parti di avventure.
Mix di tanti generi e autori con un qualcosa in piu', come giustamente deve essere un'opera innovativa.
Ad esempio, le astronavi senzienti sono Banks con un tocco originale, la vita su Lelande e' ...tanti altri prima e dopo (il Niven/Pournelle/Barnes  del ciclo di Beowulf, Lo Steele di Coyote ecc.), con qualcosa di originale.

Principale difetto del libro e' di non essere leggibile autonomamente. Probabilmente la trilogia e' un tutt' uno che anrebbe giudicata in blocco. vi sapro' dire.
Chissa' se tradurranno (ma temo di no) anche il romanzo breve che appartiene a questo universo narrativo...

voto 8,5
 
07 Agosto 2017, 15:25:32Commento scritto da capricorno52
Voto: 9.00
Il libro introduce il ciclo "Alba della notte" ,  la storia ambientata nel 2600 D.C.  ha come campo d’azione la porzione della galassia esplorata ed in parte colonizzata dalla razza umana che da centinaia di anni si è diversificata lungo due diverse linee evolutive ,gli Adamisti e gli Edenisti.
Adamisti e Edenisti ,pur non andando molto d’accordo fra loro,  sono impegnati a fronteggiare un pericolosa minaccia aliena proveniente da un’altra dimensione , manifestatasi sul pianeta Lalonde , come un virus contagioso , che si impadronisce della mente ed il corpo degli umani , riducendoli schiavi di un disegno di morte.
Il romanzo e’ la quintessenza di quello che s’intende per fantascienza , solido e credibile  per quanto possibile in un romanzo per la parte scienza , stupefacente per le idee, la trama e le ambientazioni, per la fantasia dell’ autore , anche se questo primo volume rappresenta un decimo dell’ intero ciclo s’intravede un’opera complessa e straordinaria ove un universo di storie parallele con decine di personaggi , alcuni restano solo dei nomi,  ma altri affascinano per come sono caratterizzati , sono da Hamilton intrecciati in un unico filone.
In questa grandiosa rappresentazione , operano ambienti ed astronavi senzienti, si studiano misteriose rovine di civiltà aliene per scoprire pericoli per l’umanità , si applicano tecnologie fantastiche  , vengono  esplorati e popolati pianeti selvaggi, si vivono viaggi e combattimenti spaziali , si usano armi sovrannaturali , si scontrano ideologie e modi di vivere.

L’autore scrive con una tecnica narrativa veloce ed asciutta ma talmente coinvolgente che è difficile staccare e diviene impellente leggere la prossima pagina ………..fino alla fine.

Confermo quanto gia' scritto da altri soci di Urania Mania ,bello, bello e coinvolgente merita il massimo del punteggio ….. ed è solo l’introduzione……alla prossima puntata.  
 
16 Luglio 2015, 13:36:37Commento scritto da AlfaBootis
Voto: 9.50
Bello bello bello. Una grandissima saga, appassionante, coinvolgente, emozionante e mai banale.
Forse più una sceneggiatura che un romanzo ma su, pertuttiigigantigassosi, chissene...direi anzi che la cosa aiuta il lettore a non perdersi troppo all'interno delle circa 3700 pagine dell'opera.
Consiglio ai futuri lettori: armatevi di foglio e biro per prendere appunti su personaggi e loro ruoli. Tra umani, alieni, navi spaziali, pianeti, habitat, imperi, federazioni etc sono veramente in tanti...
 
01 Febbraio 2015, 13:07:35Commento scritto da wherever
Voto: 10.00
Il mio è il giudizio dell'intero ciclo (quindi dei dieci volumi che compongono la saga).
Dopo aver letto l'Alba Della Notte, tutto quello che avrete letto prima di incontrare quest'opera di Hamilton vi sembrerà probabilmente scialbo, fors'anche sciatto e poco incisivo... Perfino quello che fino a qualche momento prima vi sembrava avvincente, ben strutturato, sapientemente pensato. In realtà, non è quello che vi è passato sotto gli occhi fin qui a rivelarsi al'improvviso più "fragile" del previsto, è proprio quest'opera ad essere, invece, così straordinaria, rispetto a quello che avrete, con ogni probabilità, incontrato prima...
La fantasia, qui, è davvero infinita: non c'è personaggio "minore" (e ce sono tonnellate!), non c'è avvenimento (apparentemente) secondario che non trovi, qui, la sua precisa ragione d'esistere... Un affresco grandioso che vi stupirà per grandezza, complessità e arditezza. Una trama stupefacente per personaggi che vi entreranno nella testa e nel cuore. E non se ne andranno più...
Per quanto mi riguarda, è semplicemente il migliore ciclo di Fantascienza su cui abbia mai posato gli occhi, seguito a stretta distanza dalla Trilogia del vuoto, dello stesso Hamilton. La Fantascienza al suo apogeo.  
 
03 Ottobre 2012, 18:28:31Commento scritto da Arne Saknussemm
Voto: 8.00
Ovviamente non si può esprimere un giudizio su 1/4 di libro, sopratutto se poi il libro è a sua volta la parte iniziale di un lungo ciclo.
Questo splendido "Vol1: emergenza" non è altro che una introduzione: si fa la conoscenza di alcuni dei protagonisti, dei luoghi (pianeti, satelliti, "Habitat"..), delle tecnologie, della terminologia, c'è un minimo di retrospettiva storica ...
... ma ci sono anche splendide pagine di SF come ad esempio il fantastico secondo capitolo o le pagine dove si descrive il ciclo vitale di uno spaziofalco (di Iasius), il  mistero dell'anello di Rovine, tante belle trovate... insomma piatto ricco !! E mi ci ficco !
Per restare ai modi di dire: Chi ben comincia è a metà dell'opera (anche se qui non siamo ancora nemmeno ad 1/10 !!).
Voto: 8 in attesa di conferme (dai seguiti).
 
13 Febbraio 2012, 02:35:31Commento scritto da mxg
Voto: 8.00

Folgorante inizio di un libro maestoso.
Ambienti artificiali, pianeti selvaggi, astronavi viventi, una minaccia che si profila all'orizzonte, personaggi antieroici.
Hamilton è senza dubbio uno dei moderni maestri nella costruzione di universi fantascientifici affascinanti e dettagliati.
 
03 Settembre 2010, 18:58:02Commento scritto da Gundam70
Voto: 8.00
Veramente notevole questo prima parte della saga di Peter F. Hamilton. Ricco di idee e di posti fantastici, vengono delineate le sottotrame che si svolgeranno lungo tutta la saga, introducendo i personaggi principali. Questa prima parte della saga ha tutte le premesse per essere all'altezza della fama che si e' gia' conquistata.
 
03 Maggio 2009, 16:32:07Commento scritto da attiliosfunel
Voto: 7.50
AAAAAAAAAAGH!! La lettura più sadomasochista della mia vita!! Impossibile dormire la notte senza sapere come va a finire a questi sfigati minacciati dalla cosmica possessione... per fortuna è finita. Grande Sade-Hamilton: mi hai tolto tre anni di vita, ma te li concedo con piacere.
 
07 Marzo 2009, 13:40:17Commento scritto da npano
Voto: 7.50
La prima parte del romanzo , nonostante l'elevato numero di personaggi che presenta, è scorrevole,  convincente e ben scritta.
Molto affascinante la società futura che emerge dalle varie pennellate che l'autore cerca di dare in continuazione senza cadere nella pedanteria.
 
03 Maggio 2006, 14:23:14Commento scritto da Darkyo
Voto: 8.00
Essendo la prima parte di un unicum di più di mille pagine, questo volume introduce i personaggi (tantissimi e diversissimi) e descrive da diverse angolazioni l'immenso e complesso (ma non troppo complicato) universo immaginato da Hamilton.
Un buon libro che necessita del seguito!!!  ;)
 
24 Aprile 2006, 14:46:24Commento scritto da cat
Voto: 8.00
Molto bello. Storia interessante, ben scritta. Avvincente. Inizio un pò slegato
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente


Utenti non associati:

Free Will, razzomissile, Baslim, ergo, Franz
Utenti cui non piace il libro