19 Settembre 2018, 21:58:21Commento scritto da doge
Voto: 8.00
Il modo di scrivere hard-scifi di Benford è unico secondo me.


Il ''divoratore'' è ..un essere vivente?Un artefatto?Un dio? Difficile da capire,quel che si capisce è che vuole qualcosa dagli umani e che è talmente convinto di poter averla che non si disturba nemmeno a minacciare,con tutta quella potenza perchè dovrebbe farlo? I protagonisti cercano di far di tutto per salvare il mondo,arrivando al limite della tecnologia e delle nostre conoscenze scientifiche ma,basterà?
Se non fosse per alcuni passaggi descrittivi che mi sembrano un po' lenti avrei dato anche un 8,5..;-)
Consigliato,voto:8
 
19 Febbraio 2018, 16:42:56Commento scritto da astrologo
Voto: 6.00
Testo del genere catastrofico che si presta ad una serie di invenzioni scientifiche che servirebbero a scongiurare la fine, non della Terra, ma dell'umanità. Accuratamente scientifico ma molto lento ed involuto presenta un buon svolgimento dei caratteri che lo salva da un voto negativo.  
 
04 Settembre 2013, 21:44:16Commento scritto da fabri
Voto: 6.50
buon romanzo di Benford, non un capolavoro. se volete di meglio leggetevi Un oscuro infinito dello stesso autore
 
23 Marzo 2013, 14:31:08Commento scritto da clisimak
Voto: 6.50
abbastanza buono questo romanzo, anche se da Benford mi aspetto qualcosa di più, forse non molto scorrevole, una certa fatica nella lettura, comunque sia è da leggere.
 
05 Ottobre 2009, 17:37:50Commento scritto da attiliosfunel
Voto: 6.50
Piaciuto abbastanza: una sorpresa piacevole considerando quanto pesanti, di norma, mi risultino le opere di Benford. Ho da un po' L'oceano della notte, che dicono essere il suo capolavoro, ma ho paura a iniziarlo!
 
12 Settembre 2008, 09:33:56Commento scritto da Darkyo
Voto: 7.50
Lo stile di Benford è tipicamente "accademico": molte spiegazioni scientifiche, qualche grafico illuminante (per laureati in fisica, naturalmente), descrizioni minuziose che potenziano le immagini e le scene drammatiche ma che a volte finiscono per annoiare. Questo romanzo però ha dalla sua una buona idea (un buco nero senziente) e una trama affascinante e ben costruita, con una giusta dose di azione che intervalla la speculazione pseudo-scientifica; in più - e pare che l'autore ci tenga molto - la "vita segreta" degli scienziati, quelli accademici e quelli "sul campo", viene sviscerata in ogni suo aspetto.

Nota di demerito, come sempre, il retro di copertina: svela praticamente tutta la trama. Al lettore non resta che leggere le ultime 20 pagine per sapere come va a finire: ancora una volta, grazie...
 
06 Settembre 2007, 18:53:51Commento scritto da Nattefrost
Voto: 5.50
Potente in alcune visioni e suggestioni, rigoroso e scientificamente solido, ma troppo macchinoso e lento da leggere. In più di un passaggio sono andato avanti solo per la curiosità di saper come avrebbero affrontato la minaccia del divoratore e per terminare la lettura del libro, non per vera voglia e passione.
 
25 Aprile 2006, 15:52:23Commento scritto da cat
Voto: 7.00
Divertente, senza gridare al capolavoro.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro