22 Ottobre 2018, 17:00:08Commento scritto da nickel
Voto: 6.00
Insomma, non che mi abbia convinto il genere...
 
19 Ottobre 2018, 13:51:54Commento scritto da astrologo
Voto: 6.50
Mezzo voto in più perché mi hanno conciliato il sonno.Tre racconti originali, ma in sostanza leggerini e pieni di humor che non sconfinano dell'hard fantasy. In realtà tre divertessement che lasciano quello che trovano su una visione ucronica del 1800.
 
20 Settembre 2018, 15:59:41Commento scritto da capricorno52
Voto: 7.50
Avevo qualche dubbio nel comprare questo libro , poiché non sono un fan del genere cyberpunk con l’eccezione di autori quali Gibson e Sterling,  ma leggendo presentazione in quarta copertina ho intuito che si trattava di  nuovo genere che mescolava passato e futuro e mi sono lasciato vincere dalla curiosità.
Ho trovato tre bei racconti  ciascuno con una trama diversa e piena d’inventiva , a tratti divertenti, provocatori ed ironici se rapportati a come s’immagina di solito il XIX secolo. I primi due racconti sono maggiormente  incentrati sui temi  scientifici che riguardano la genetica e la biologia ,il terzo è guidato dalla poesia , dal sentimento e dalla sensualità.
Per rappresentare  l’ucronia , l’autore  attinge a piene mani dalla cronaca del XIX secolo in termini di fatti ed estrapolazioni (veri o immaginari) , manipola citazioni e personaggi, spesso i protagonisti si esprimono in modo indiretto , in questo modo  Di Filippo , ricrea le  atmosfere proprie del secolo dando vita a storie e personaggi a volte surreali ma sempre coinvolgenti.
La trilogia Steampunk  è un libro di deliziosa cronaca ucronica,  venato da magia e occultismo , infarcito di piccoli omaggi a Lovercraft ed altri autori di SF , incentrato sulle relazioni/reazioni  dei  personaggi principali messi alla prova da improbabili eventi.
Lettura accattivante , fresca ed affascinante,  molta fantasia e poca tecnologia , azione quanto basta per sostenere l’ attenzione del  lettore , ma , se cercate una ucronia a similitudine di un  romanzo storico il cui racconto linearmente va da A a B  , forse non Vi piacerà, poiché questi racconti che hanno in comune solo il secolo,  si concludono gettando una luce diversa su piccole parti del nostro passato,  ma che nel nostro presente non hanno avuto seguito.
Lettura consigliata.  
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro