26 Ottobre 2014, 06:44:54Commento scritto da gasp63
Voto: 6.00
Un romanzo post-apocalittico, dove l'umanità vive tra i resti dell'antica civiltà tecnologica non ricordando e non capendo l'uso degli oggetti e degli strumenti rimasti. La nuova società è fondata su storie e regole tramandate oralmente, ma che sembrano distorcere i fatti realmente accaduti. Una società fondata su paura, magia, santi, sinceri parlatori e sulla totale incomprensione della società degli antichi uomini (gli angeli) che sembrano scomparsi nel nulla, forse annientati dalla mitica ultima tempesta.
La narrazione è svolta in forma di dialogo tra il protagonista, che racconta la sua vita, e un misterioso interlocutore.
La lettura risulta abbastanza ostica. Il modo di vivere e pensare della nuova umanità mi sono sembrati ispirati all'organizzazione sociale dei nativi americani. Non mi è però chiaro, e non viene spiegato, come in seguito a un grande disastro planetario l'umanità possa regredire fino ad una società pre-scrittura.
Il finale è molto bello, anche se praticamnte annunciato dalla 4a di copertina.
 
04 Settembre 2013, 13:54:06Commento scritto da fabri
Voto: 5.00
romanzo ostico, non facile lettura e quasi riposto prima di arrivare alla fine un 5 stiracchiato
 
29 Luglio 2010, 17:53:23Commento scritto da Darkyo
Voto: 6.00
Affascinante è l'aggettivo che meglio si adatta a descrivere questo romanzo di formazione inusuale e originale, ambientato in un futuro strano e misterioso, fatto di angeli, santi e storie tramandate oralmente, tra le reliquie e i ricordi di una tecnologia ormai dimenticata. La trama è lineare, arricchita da alcuni episodi che consentono al lettore di immergersi nell'atmosfera rarefatta della storia. Il difetto principale, purtroppo, è l'oscurità di alcuni passaggi e di troppi dialoghi: al termine della lettura ho avuto la sensazione di non averlo compreso affatto. Devo confermare, infine, che il retro di copertina rivela parecchio del finale, peraltro molto bello.
 
05 Maggio 2010, 12:06:04Commento scritto da Dart Fener
Voto: 3.00
Romanzo non per tutti. Molti lo considereranno un capolavoro... Io l'ho trovato così ostico che dopo un'ottantina di pagine ho dovuto gettare la spugna. Leggiucchiando qua e là dovrei essermi fatto un'idea abbastanza precisa della trama e posso dire che la quarta di copertina non solo è fuorviante ma rivela anche il colpo di scena finale! Complimenti al genio che l'ha scritta!
 
Utenti cui piace il libro
Solofs
Utenti cui non piace il libro