13 Luglio 2015, 09:38:52Commento scritto da and
Voto: 7.50
Romanzo che non può essere affrontato senza aver letto il precedente del ciclo, risulta un po fiacco nella prima metà, per riprendersi alla grande nella seconda.
Il richiamo a Star Trek è molto evidente (fonte wikipedia), e i personaggi che compongono l'equipaggio sono molto intriganti, anche se con qualche calo rispetto al libro precedente.
Rimane comunque un ciclo di hard-sf che mi è piaciuto molto e che consiglio.
 
05 Settembre 2013, 22:39:44Commento scritto da fabri
Voto: 6.00
leggibile anche se rimane un opera minore dell'autore
 
18 Giugno 2008, 14:15:12Commento scritto da Darkyo
Voto: 4.00
Non avrei mai creduto, dopo aver letto il Ciclo degli Chtorr, di poter mai dare un voto negativo a un romanzo di Gerrold, purtroppo in tal caso non posso fare altrimenti: trama quasi inesistente, personaggi poco credibili, troppe spiegazioni pseudoscientifiche. Anche le storielle parallele dell'equipaggio, che tanto mi erano piaciute nel precedente capitolo, qui sono ridicole e inutili (fatta eccezione per la vicenda di Brik e Tor, breve ma intensa).
In più questo volume ha un primato: non solo il retro di copertina non ha alcuna attinenza con la storia narrata (non c'è alcun pianeta da evacuare...), ma addirittura il titolo italiano è... sbagliato... mio dio, ma che avevano in mente quando l'hanno scelto?!?
 
09 Marzo 2007, 20:14:34Commento scritto da Avatar
Voto: 6.50
Non è certo il miglior romanzo di Gerrold ma si può leggere. Sufficiente
 
11 Settembre 2006, 12:46:09Commento scritto da tehom
Voto: 4.50
Dopo la lettura dell'ottimo "L'ombra dell'astronave" e del valido "Il viaggio della Star Wolf" questo libro si è rivelato una profonda delusione. Gerrold imbastisce una storia senza capo nè coda utilizzando materiali presi a prestito da libri precedenti e/o in gestazione (vedi metodo zyne/allenamento MODE ). Spunti anche interessanti vengono appena abbozzati per essere poi abbandonati mentre altri, risibili, vengono dilatati a dismisura. Mi ha irritato in modo particolare la ripetuta insistenza sui dettagli della tecnologia futuribile, che sembrano accatastati per aumentare la verosimiglianza del contesto, ma che in realtà finiscono col sortire l'effetto opposto! La psicologia e le motivazioni dei protagonisti sono di cartapesta e la trama si trascina stancamente per 300 pagine sfociando in un finale che sembra buttato lì per farla finalmente finita...Penosa anche la quarta di copertina, decisamente fuorviante.
Al rogo >:(
 
11 Luglio 2006, 12:04:38Commento scritto da io.robot
Voto: 7.50
non ricordo di aver mai letto nulla di questo autore ma credo proprio che ora cercherò di colmare la lacuna mi è piacuto lo stile e pure la trama del romanzo. letto in appena tre giorni: un record considerato i miei attuali standard.
una pecca da segnalare: non fatevi influenzare dalla trama scritta in quarta di copertina
 
01 Maggio 2006, 17:33:14Commento scritto da cat
Voto: 6.00
Possibile che sia il Gerrold degli Chtorr? E poi, quel titolo italiano che non c'entra assolutamente nulla con la storia. Ma i curatori l'hanno letto?
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente


Utenti non associati:

nottolone
Utenti cui non piace il libro