07 Ottobre 2017, 13:57:57Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.50
Il maggior pregio di questo libro è quello di riecheggiare (plagiare?) il grande capolavoro di Fredric Brown "Assurdo universo" con cui condivide la meravigliosa immagine degli infiniti universi paralleli ognuno distinto dall'altro per particolari piccoli a piacere.
Ma al di là di questo fortunato parallelo i meriti del libro sono da ascrivere esclusivamente alla grande capacità di intrattenimento di Jack Finney che ci presenta un protagonista sufficientemente simpatico da riuscire a gestire in maniera brillante ed umoristica una storiella fondamentalmente senza capo nè coda e priva di qualsiasi spessore.
I passaggi da un universo e l'altro sono abbastanza casuali e non c'è alcun tipo di spiegazione plausibile per il loro accadere, così come inspiegabili sono le motivazioni che spingono il protagonista ad effettuare questi "viaggi" nel disperato tentativo di riconquistare la moglie che aveva tanto disprezzato e trascurato.
Il pezzo del travestimento da cane è esilarante quanto basta per farmi avere un buon ricordo del libro.
Sufficienza piena ma ben lontanto dall'essere un capolavoro.
 
04 Settembre 2013, 23:22:19Commento scritto da fabri
Voto: 6.50
godibile, non di più.
 
03 Maggio 2008, 10:53:06Commento scritto da Eremita
Voto: 6.50
originale il modo di "spostarsi", per il resto vita quotidiana, ciò che si ha, ciò che si desidera, ciò che si pensa di desiderare. Un libro piacevole ed ironico, ma poco di più.
 
07 Luglio 2005, 14:32:28Commento scritto da squeezo
Voto: 6.00
Senza infamia e senza lode
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro