26 Agosto 2018, 14:10:05Commento scritto da maxpullo
Voto: 6.00
Sarò sincero: questo è il primo libro di Vandel che non mi convince sino in fondo.
Non è una vera e propria delusione, ma è senza dubbio la prima volta che non riesco a decifrare un suo scritto ed a rimanere perplesso per il finale davvero pesante e tirato via.
Il romanzo si caratterizza sin da subito per la mancanza non solo di un protagonista vero e proprio ma addirittura anche dei personaggi principali: gli autori, infatti, colpiti probabilmente dal "morbo di Dario Argento", non fanno in tempo a presentare un personaggio che subito questo viene ucciso.
L'altro aspetto importante è la mancanza, almeno apparente, di una trama: la storia si sviluppa in modo all'apparenza casuale con i diversi "protagonisti" che si alternano sul palcoscenico e compiono azioni destinate a modificare la storia lungo percorsi abbastanza imprevedibili. Però le avventure sono interessanti e ben narrate e quindi non si fa fatica a proseguire e si rimane anzi avvinti nella lettura.
Tutto questo sviluppo caotico trova una conclusione assai disarmante in un tremendo finale che ci fa la morale e ci ricorda come l'uomo sia il solo padrone del suo destino e che tutto si riduce alla speranza che nell'eterna lotta tra il BENE ed il MALE (si, scritti con la maiuscola), il primo riesca a prevalere sul secondo.
Scorrevole, interessante, originale, ma anche abbastanza deludente.
Sufficienza di stima per Vandel.
 
30 Dicembre 2017, 08:22:51Commento scritto da belvas
Voto: 8.00
Storia figlia dell'epoca in cui fu scritta, space opera nella quale le cose si fanno con eccesso di semplicità. Piacevole lettura senza fronzoli e con il messaggio finale per l'umanità. Quasi verosimile l'inizio su Rhea, con le scoperte odierne. Gli autori nn sono nuovi ad opere di questo tipo, nn è un capolavoro, ma la continuità delle opere è un nota di merito.
 
21 Ottobre 2011, 15:32:22Commento scritto da ciccio49
Voto: 6.00
Storiella piacevole da leggere con gli Umanini che ancora non si decidono a sterminare l'uomo.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro