19 Marzo 2018, 12:35:29Commento scritto da odisseo
Voto: 6.00
Ho stentato a familiarizzare con i personaggi, sia per il fuorviante errore nella trama riportato nella quarta di copertina (i naufraghi sono 2 donne e 4 uomini e non 3 e 3), sia per l'anacronistica (anacronistica anche per il periodo in cui è stato scritto) armata Brancaleone inviata in un'esplorazione spaziale a lungo termine (dei 7 partiti il capitano muore d'infarto poco dopo la partenza, tra i 6 rimasti: Dorothy la sciocchina, un pittore, una violinista senza corde per lo strumento).
Dato il pensiero dell'autore, forse volutamente, non risultano chiaramente definiti, se non saltuariamente o occasionalmente, ruoli, funzioni e gerarchie, neanche per quelli che si aggiungono nel corso della trama.
Inoltre i nomi che spesso vengono modificati o storpiati e il mix di dialoghi, pensieri, riflessioni sul passato, constatazioni nel presente e considerazioni sul futuro non aiutano alla comprensione e appesantiscono un po' lo sviluppo dell'azione.
Però nel complesso mi è piaciuto.
 
15 Marzo 2018, 11:40:30Commento scritto da and
Voto: 6.00
Scritto molto bene, tuttavia si tratta semplicemente di un romanzo avventuroso degli anni 50.
 
24 Maggio 2017, 19:36:31Commento scritto da capricorno52
Voto: 6.50
Un libro discreto , l' autore attraverso la trama della colonizzazione del pianeta Lucifero , un sorta di Eden selvaggio , rappresenta la propria , condivisibile, visione etica del mondo e dei rapporti tra esseri senzienti.

Romanzo d'avventura con buone ambientazioni del nuovo mondo, il libro è  pervaso dagli obblighi etici che i terrestri provano verso le altre due razze senzienti del pianeta e che vengono messi a dura prova dalla difficolta'  di comprendere le reciproche culture e nell' evolvere verso un modello condiviso.

Prosa discreta , qualche salto temporale fra gli eventi narrati non favorisce la lettura.
Un libro per passare qualche ora ma nulla d'eccezionale.
 
20 Febbraio 2016, 19:13:39Commento scritto da belvas
Voto: 7.50
L'autore è uno scrittore di professione, si vede e come. Basta pensare a quando è stato scritto, 1953, con alcune idee proprie del momento ed alcune altre originali quasi profetiche. Per il resto forse troppi personaggi e clima sempre da frontiera western messa su un nuovo pianeta, spero di leggere dell'altro di questo autore.
 
10 Luglio 2015, 11:57:08Commento scritto da astrologo
Voto: 9.00
libro decisamente bello. Per quel che mi riguarda ho rammentato il seguito di "Ventimila leghe sotto i mari" -ovvero l'Isola misteriosa di Verne, un capolavoro letto nella mia adolescenza. Anche qui i personaggi si muovono in un mondo composito, di creature semi-selvagge avendo l'obbligo di renderli "umani". Poii il romanzo si evolve e diviene pacifista e contro tutte le guerre. Finale non banale dove il deus "ex machina" è un uomo che non ha saputo cogliere l'occasione di ricreare il Paradiso perduto, mentre i suoi colleghi ci sono riusciti.
 
24 Febbraio 2011, 23:14:35Commento scritto da necronomicon100
Voto: 8.00
  un bel romanzo,di uno scrittore che non conoscevo.Mi ha colpito molto l'uso degli schiavi "da carne"
 
14 Gennaio 2008, 11:54:26Commento scritto da francibass
Voto: 7.00
Un romanzo decisamente interessante: avventura ed esplorazione di un pianeta abitato da nativi intelligenti dei quali uno decisamente propenso a combattere. Una trasposizione dell'aggressività umana, un altro monito contro la guerra e il pericolo dei falsi dei. La prosa è ogni tanto un tanto prolissa ma il romanzo è gradevole: ricapitato in mano dopo molti anni mi ha preso come la prima volta.
 
Utenti cui piace il libro
elizara
Utenti cui non piace il libro
attiliosfunel