06 Giugno 2018, 21:58:32Commento scritto da astrologo
Voto: 6.00
Senza infamia e senza lode. Romanzetto da leggere in spiaggia sotto l'ombrellone, seguito di un altro di diversi anni fa, senza cambiare l'ambientazione.  
 
19 Luglio 2015, 23:11:49Commento scritto da adso
Voto: 9.50
Secondo capitolo delle vicende che vedono protagonisti Bob Kinnaird e il suo simbionte,alle prese,questa volta,con un malanno fisico che sembra poter essere fatale...Le situazioni sono sempre divertenti e i dialoghi spassosi,ma non esattamente banali:infatti i protagonisti affrontano questioni inerenti l'inquinamento e la conseguente salvaguardia dell'ambiente ed argomenti di ordine etico come il valore della vita non solo in senso assoluto,ma anche in relazione a scelte che possono determinare la sopravvivenza di un essere vivente a discapito di un altro.In sintentesi,una lettura assolutamente consigliata a chi voglia passare qualche ora di piacevole relax con un romanzo avvincente,impegnato e caratterizzato,tra l'altro,da un linguaggio scientifco basato su una ferrea ed inoppugnabile logica
 
15 Luglio 2015, 09:33:52Commento scritto da and
Voto: 6.50
Discreto seguito di 'Strisciava sulla sabbia', anche se come nel precedente ho apprezzato poco le parti non fantascientifiche, che formano l'80 % del romanzo.
L'autore mi piace molto di più quando affronta temi di fs pura, come in 'Stella doppia 61 Cygni'.
 
10 Giugno 2013, 20:22:39Commento scritto da mitd
Voto: 5.00
Trama poco avvincente, scrittura piatta (dopo trent'anni di carriera!!), caratterizzazione dei personaggi infantile, finale affrettato: un romanzo che definirei prescindibile.
 
21 Gennaio 2013, 21:23:56Commento scritto da Dart Fener
Voto: 6.50
Forse migliore del primo episodio, sicuramente meno ingenuo. L'autore cerca di spiegare scientificamente ogni situazione rallentando troppo la trama o allungando troppo il brodo (fate voi). Non memorabile, ma più che sufficiente nel complesso.
 
10 Maggio 2009, 21:16:34Commento scritto da maxpullo
Voto: 7.50
Un bel libro, forse anche migliore di "Strisciava sulla sabbia" con cui condivide il finale un po' affrettato.
La storia è più avvincente di quella della prima avventura e non mancano i colpi di scena anche se alcuni personaggi protagonisti alla fine rimangono sullo sfondo o appena abbozzati.
Molto interessante l'introduzione dell'elemento femminile, del tutto assente dal primo romanzo e la tinta di rosa delle avventure di Bob Kinnaird e del Cacciatore non guasta davvero anche perchè il cosidetto "sesso debole" si rivela qui decisivo per il buon esito della vicenda.
Una delle rare volte in cui un seguito non delude le aspettaive
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

Vedi il profilo utente, elizara
Utenti cui non piace il libro