Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
vinmar Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
H.P.L. Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(31)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
Copia Scheda
 

Vai in fondo alla pagina
 
 

Copia Trama
Copia Indice

 
   
 

Urania Collezione - Mondadori - Serie cerchio grigio

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:111869
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 6.75
 
N. Volume:   163
Titolo:   Marziani, andate a casa!
Autore:   Fredric BROWN
   Traduzione: Salvatore PROIETTI
   Copertina: Franco BRAMBILLA
 
Data Pubbl.:   Agosto 2016 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Martians, Go Home, 1954
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   210
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 10/08/2016-12:46:32
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
MARZIANI, ANDATE A CASA! (1955)   La più famosa invasione dei marziani, dopo quelle di H.G. Wells e Orson Welles, si scatena per colpa dello scrittore Luke Devereaux. Non ci sono state avvisaglie del pericolo e nemmeno sospetti: l’anno è cominciato bene, Devereaux non è più squilibrato del solito e all’inizio l’invasione non preoccupa nessuno. Ma la presenza di una sconfinata legione di “vicini di casa” verdastri, piccoli come gnomi, curiosi e dispettosi, capaci di infilarsi dappertutto e di spiare giorno e notte, in casa e al bar, al bagno e in ufficio, fa presto esplodere la paranoia. Il vittimismo. La schizofrenia. La Terra – Luke Devereaux compreso – è in balia dell’Invasione Immaginaria, la più subdola e pericolosa. Un classico sempreverde… ops!