Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
sklerotiko sklerotiko Amico di Urania Mania
Pio III Pio III 
adso adso 
Visitatore Visitatori(49)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:541
 
Piace a 6 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.50
 
N.:   533
Messaggio da Cassiopea
Chloe ZERWICK e Harrison BROWN
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   8 Febbraio 1970 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Cassiopeia Affair, 1968
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   216
 
Ristampato nel numero: 853
 
  Ultima modifica scheda: victory 28/01/2014-17:37:14
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
In una sperduta valle americana vive una piccola comunità di uomini e donne. Non sono fuorilegge, non sono hippies, non sono utopisti o fanatici religiosi: sono scienziati. La loro prima virtù è la pazienza, il loro primo compito quello di aspettare, per mesi, anni o decenni, un segnale dalle stelle. Che cosa significherebbe, oggi, per noi, un messaggio da Cassiopea? Come lo prenderebbe l'uomo della strada? Come reagirebbero i generali, i ministri, i senatori, i presidenti, il Papa, alla notizia che esiste nella galassia un'altra civiltà? Molti di noi sarebbero emozionati, altri increduli, altri spaventati o indifferenti; alcuni penserebbero alla pace, altri alla guerra. È comunque un'ipotesi non solo plausibile, ma molto vicina, che gli autori trattano col realismo, la drammatica, precisa immediatezza della fantapolitica d'alta scuola, e il piacere di raccontare in anticipo ciò che forse vedremo coi nostri occhi fra non molto