Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
trifide Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(29)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
Copia Scheda
 

Vai in fondo alla pagina
 
 

Copia Trama
Copia Indice

 
   
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1106
 
Piace a 10 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 7.88
 
N. Volume:   1098
Titolo:   Il canto dell'abisso
Autore:   Sydney VAN SCYOC
   Traduzione: Massimo PATTI
   Copertina: Vicente SEGRELLES
 
Data Pubbl.:   9 Aprile 1989 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Drowntide, 1987
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   192
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 12/02/2014-20:16:05
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Su un giovane pianeta quasi del tutto ricoperto dalle acque, le rame degli Adenyo e dei Nethior convivono pacificamente da millenni grazie al dono della telepatia che consente agli Adenyo di comunicare con i grandi mammiferi degli oceani. Intanto, le leggende parlano di grandi vascelli infuocati scesi dal cielo, di una terza rama misteriosa che ancora si nasconderebbe negli abissi inesplorati, di un lontanissimo passato sconvolto da uno spaventoso cataclisma. Però, nella città di Hyosis c'è chi pensa alle leggende con un brivido di paura: è il giovane Keiris, che di colpo si trova costretto a un'impresa disperata: deve rintracciare il padre, un uomo che non ha mai conosciuto e che sembra appartenere affà misteriosa terza razza, e deve strappargli l'unica persona che può garantire la sopravvivenza di Hyosis. La sua unica traccia è un antico canto dell'ormai mitico popolo subacqueo delle maree... ma è una traccia che si perde negli abissi.